I Giovanissimi Provinciali di Mario Menasci nell’undicesima giornata di campionato perdono il record delle zero reti subite, ma continuano l’imbattibilità. I ragazzi classe 2002 e 2003 conquistano l’ennesima vittoria, anche se la partita contro il Centro Calcio Rossonero (avversari classe 2001) si era messa in salita, sono stati bravissimi gli aquilotti a rimontare e vincere 4-2. Ad una manciata di minuti prima dello scadere della prima frazione di gioco è Bonis ad accorciare le distanze per l’1-2, nella ripresa sono i neo entrati a dare quella marcia in più ai biancocelesti, al 6’ è il difensore centrale Darini sigla la sua prima rete della stagione per il 2-2. Al 12’ Ramazzotti gonfia la rete per il vantaggio biancoceleste, mentre al 18’ ci pensa Zoppellari a chiudere i giochi. Lazio batte Centro Calcio Rossonero 4-2 in rimonta e continua a mantenere la vetta della classifica con il punteggio pieno di 33 punti.

La gioia dei ragazzi è stata evidente, una vittoria conquistata grazie alla forza ed alla determinazione di non mollare mai. Ha preso la parola uno dei protagonisti della sfida conto i rossoneri, il difensore Nicolò Zoppellari che si è reso protagonista servendo l’assist a Ramazzotti, per poi chiudere lui stesso le marcature:

“È stata un'emozione grandissima, anche se sono entrato nel secondo tempo, ho avuto l'opportunità di fare gol e un assist. È stata una partita molto tosta soprattutto perché loro erano molto grandi fisicamente. È stata una partita molto bella e stimolante. Eravamo sotto di 2 a 0 ma abbiamo rimontato con un 4 a 2 e continuiamo l'imbattibilità con 11 partite su 11”.

Dopo undici giornate viene abbattuto il muro invalicabile della retroguardia biancoceleste, il difensore Francesco Braccio è consapevole di aver perso il record delle zero reti subite, ma esulta per la vittoria della sua squadra: “Eravamo partiti in svantaggio per 2 a 0, poi siamo stati bravi a reagire nel secondo tempo e a fargli 4 reti. Purtroppo sono dispiaciuto per le 2 reti subite ma spero siano le uniche di tutta la stagione. Adesso dobbiamo concentrarci per tutto l'anno”.

Mister Menasci deve sopperire alle assenze dei giocatori fermi ai box, viene in soccorso della squadra Federico Paoloni, il difensore dei ragazzi classe 2003 di Alessandro Iannuzzi che trova i suoi primi minuti in questa categoria: “È stata una bella emozione, ho avuto questa opportunità di giocare i minuti finali con i ragazzi classe 2002. Gli avversari avevano 2 anni più di me, ero emozionato ma mi sono fatto trovare pronto. Vincere in rimonta è ancora più emozionante e bello”.

Samuele Zona è diventato uno dei punti fermi della squadra di mister Menasci, ma in queste ultime settimane ha avuto l’occasione di poter giocare con i Giovanissimi Fascia B Élite di Girini, è proprio il giocatore stesso a spiegarci le differenze: “Per me non c'è nessuna differenza, penso a fare bene in tutte e due le squadre. La differenza è solo che nell'altro gruppo, quando vado in élite gli avversari sono più tosti mentre qui invece sono un po’ più deboli. Però abbiamo fatto una grande partita ed è stata una grande battaglia, eravamo andati sotto di 2 reti e siamo riusciti a rimontare 4 a 2”.