Inizia nel peggiore dei modi il girone di ritorno per i ragazzi dell’Under 17, sbagliare è concesso, ma non in questo modo. La Lazio classe ’99 e 2000 perde 1-4 nella sfida casalinga contro il Bologna mettendo in scena la peggior prestazione della stagione. Le giovani aquile di mister Santoni dopo esser passate in vantaggio al 5’ con Portanova si adagiano, i ragazzi di Magnani ne approfittano al 15’ arriva il gol del pari per colpa di un errore individuale. Risultato bloccato sull’1-1 fino al doppio fischio dell’arbitro, ma nella ripresa dilagano subito i rossoblu. La Lazio è in confusione e non riesce a prendere in mano le redini della partita accusando la fisicità degli avversari, ed al termine della gara arriva la prima sconfitta del 2016 per la squadra capitolina.

Mister Santoni, nelle dichiarazioni post partita ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM, risulta essere non affatto soddisfatto dei suoi ragazzi:

“E’ stata una partita difficile non solamente per il risultato, ma soprattutto dal punto di vista fisico. Siamo stati bravi a passare in vantaggio noi per primi, ma poi su un incidente nostro, l’ennesimo, abbiamo subito gol e da quel momento in poi la squadra si è sfaldata subendo il divario fisico ed atletico che c’era tra noi e loro. Forse, ci sentivamo troppo appagati dal finale del girone d’andata. Il difetto di questo gruppo è proprio l’aspetto mentale, complice anche il modo in cui giochiamo perché quando tutte le cose riescono bene vengono risaltate esageratamente le qualità individuali dei nostri giocatori e nella gara successiva viene fuori la presunzione del giocatore, di conseguenza escono fuori queste pessime prestazioni dove invece di vedere il collettivo visto prima di Natale si vedono undici individualità che non riescono a supportare gli errori. Sbagliare è concesso, siamo qua per questo perché sbagliando si impara, ma bisogna continuare ad aiutarsi a vicenda. Noi abbiamo giocato con elementi classe 2000 a differenza degli avversari che ne avevano solamente uno in campo, ma non può diventare una scusa,è stata una scelta fatta dalla Società all’inizio dell’anno ed io l’ ho sposata in pieno perché credo in questo modo di lavorare e lo approverò fino alla fine, in questo modo i ragazzi crescono. Bisogna subito ritrovarsi e continuare a lavorare da squadra. Domenica ci aspetta la trasferta sul campo dell’Atalanta che occupa il primo posto, mi aspetto sicuramente una reazione dei miei ragazzi, se l’avversario porta stimoli e motivazioni la partita si prepara da sola, sicuramente mi aspetto un altro match rispetto a questo con il Bologna”.

Alessio Miceli, il capitano della squadra commenta la brutta sconfitta contro il Bologna, c’è la voglia di ricominciare:

“Abbiamo iniziato con il piglio giusto andando in vantaggio per 1-0, purtroppo poi ci siamo fatti rimontare. Ci dispiace molto perché abbiamo iniziato il girone di ritorno con questa sconfitta, volevamo iniziare questo 2016 con la vittoria, ma purtroppo non è arrivata. Inizieremo subito a lavorare per cercare di migliorarci e già dalla sfida contro l’Atalanta ci faremo trovare pronti cercando di fare molto di più. Sicuramente non ci abbattiamo, noi crediamo ancora ai play off, non è questa sconfitta a compromettere tutto”.

Il difensore centrale Vassil Kokali commenta così:

“Siamo tornati dalle vacanze con il piglio giusto, il Bologna però ha cercato sempre lo scontro fisico e noi andiamo in difficoltà spesso sotto questo punto di vista. Sicuramente avremmo potuto mantenere l’aggressività dei primi dieci minuti, ma non è stato così. All’inizio abbiamo preso un gol stupido, ma è colpa di tutta la squadra, ovviamente non del singolo, e purtroppo non siamo riusciti a reagire”.

Dopo i molteplici infortuni dall’inizio della stagione, ritrova minuti preziosi anche l’ex giocatore del Futbolclub Andrea Colizza, entrato in campo nella ripresa:

“Nella prima parte di campionato ho giocato poco complici gli infortuni, l’intensità è alta e quando si sta fuori per un lungo periodo è difficile rientrare, ora sono contento di poter aiutare la squadra in questa seconda parte della stagione e sono sicuro che faremo meglio del girone d’andata. Arriveranno partite difficili perché ci aspettano Atalanta, Cesena e Milan, ma già all’andata abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti, abbiamo un gruppo unito. Contro il Bologna è arrivata questa sconfitta anche se l’inizio ci ha lasciato sperare per il meglio, lavoriamo ogni giorno per migliorarci e sono convinto che presto arriveranno anche i risultati. I play off? Guarderemo a fine campionato la classifica, ma dipende tutto da noi”.