I Giovanissimi Fascia B Elite di Mauro Girini nel big match contro l’Urbetevere vengono condannati da un calcio di rigore. Il girone di ritorno inizia subito con un big match, infatti Lazio ed Urbetevere si presentano all’appuntamento entrambe dal secondo posto della classifica con i 32 punti collezionati, una sfida d’alta quota. Un match combattuto, ma il risultato sembra non volersi sbloccare fino al 32’ della ripresa quando arriva l’episodio decisivo: il direttore di gara concede un calcio di rigore ai padroni di casa. Sul dischetto va Marras e non sbaglia, i biancocelesti provano l’arrembaggio finale e proprio nell’ultimo minuto Broso colpisce il palo, la sfera percorre la linea per poi essere bloccata dall’estremo difensore locale. Sembra stregata la porta dell’Urbetevere ed in via della Pisana le giovani aquile conoscono la loro seconda sconfitta della stagione. Il big match va ai gialloblù ed i biancocelesti perdono il secondo posto della classifica scivolando in terza posizione.

Il tecnico dei ragazzi classe 2002, Mauro Girini, esprime le emozioni a caldo nel post partita ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM:

“E’ stata sicuramente una partita combattuta, si avviava verso il pareggio. E’ stata una buona gara a tratti un po’ statica, ma queste partite al vertice non sono mai bellissime. Avevamo fatto bene, raramente avevamo rischiato tranne in un’occasione dove il nostro portiere si è fatto trovare pronto, noi abbiamo creato molto, ma non siamo riusciti a segnare. Oggi è mancato l’ultimo passaggio per mandare l’uomo in porta, delle volte siamo stati poco lucidi, ma i ragazzi hanno fatto una buona gara contro un’ottima squadra. La sconfitta nasce da un episodio, un calcio di rigore negli ultimi minuti della partita, ma dobbiamo insegnare anche la cultura della sconfitta e per insegnarla dobbiamo essere i primi ad accettarla. Abbiamo perso dei punti, ma il campionato è ancora lungo e ci rifaremo”.

Lorenzo Conforti, l’estremo difensore biancoceleste classe 2002 non è stato molto impiegato nella sfida contro l’Urbetevere e commenta così la sconfitta:

“Sicuramente è brutto perdere per colpa di un calcio di rigore anche perché per l’intera gara non sono stato molto impegnato. Ho cercato di fare il massimo, ma non sono riuscito ad intercettare il tiro dagli undici metri. La classifica non è importante, il girone di ritorno è appena iniziato, solo alla fine tireremo i conti”.