L’Under 17 di Michele Santoni non riesce ad imporsi con la capolista Inter e tra le mura amiche del ‘Gentili’ la sfida contro i nerazzurri termina 2-0. I biancocelesti classe ’99 e 2000 continuano a tener testa a queste corazzate non riuscendo però a collezionare i tre punti e rimangono al nono posto della classifica.

Per la prima volta la Lazio Under 17, ex Allievi Nazionali, è stata inserita nel girone B, un campionato più difficile da affrontare rispetto al girone C che vede come protagoniste squadre del Sud, una difficoltà maggiore per i biancocelesti visto che metà della squadra è formata da ragazzi classe 2000 che si trovano a giocare sotto età. Le giovani aquile di mister Santoni pagano caro questo prezzo, ma in coro rispondono ‘ce lo ritroveremo in futuro, siamo cresciuti!’.

Sicuramente una stagione in ascesa soprattutto per i ragazzi classe 2000, e proprio due dei protagonisti più giovani della squadra, nonché due titolari, sono intervenuti sulle frequenze di Lazio Style Radio 89,3 per parlare della sfida contro l’Inter.

Lorenzo Pellacani, difensore classe 2000: “Sicuramente sia oggi che nella partita d’andata abbiamo dimostrato di potercela giocare, soprattutto nel primo tempo abbiamo fatto la partita, poi siamo un po’ calati e sono cresciuti loro. Comunque abbiamo dimostrato che anche contro squadra come Inter, Fiorentina e Juventus possiamo confrontarci e giocarcela sempre. Questo anno ci è servito molto per crescere, adesso mancano tre giornate alla fine e dobbiamo giocarle al massimo. Il prossimo anno, soprattutto noi 2000, ci troveremo avvantaggiati dall’aver disputato questa stagione e per questo dobbiamo ringraziare anche la Società che ci ha permesso di svolgere un campionato sotto età, dandoci sempre fiducia. La Lazio condannata dall’inserimento nel girone B? Secondo me ci è servito molto confrontarci con queste realtà perché sono squadre più organizzate e forse il calcio vero è proprio in questo girone e nell’altro del nord. Personalmente sono soddisfatto di essermi confrontato con queste realtà.”

Passa dai microfoni di Lazio Style Radio anche il centrocampista classe 2000 Davide Paglia: “Abbiamo giocato bene, ce l’abbiamo messa tutta ma il risultato non è arrivato. Lavoreremo per le prossime tre partite e cercheremo di portare a casa sempre i tre punti. C’è mancata un po’ di cattiveria sotto porta e il giro palla, ma abbiamo avuto anche delle occasioni che andavano sfruttate. Questo girone? Mi dispiace per i ’99 che hanno dovuto affrontare un girone molto difficile per il loro anno, ma a noi 2000 serve per farci le ossa per la prossima stagione”.