Al termine di Benevento-Lazio, il tecnico biancoceleste Valter Bonacina è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Quest’oggi abbiamo meritato di raccogliere i tre punti, ma dobbiamo migliorare: ci prendiamo la vittoria e siamo soddisfatti soprattutto della seconda frazione di gioco. Nel primo tempo siamo stati troppo attendisti e abbiamo commesso troppi errori tecnici, è stato fatto poco movimento senza palla. Caratterialmente questo successo rappresenta un bel segnale perché dimostrato voglia di vincere. Dobbiamo trovare più autostima e più tranquillità quando abbiamo il pallone tra i piedi, possiamo costruire e finalizzare meglio.

Alla squadra ho chiesto determinazione, intensità e voglia di vincere al termine del primo tempo. Dobbiamo arrivare su questi campi con un’altra mentalità. C’è troppa paura e poca fiducia nei nostri mezzi: dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista, provando a spingere ed a costringere la squadra avversaria nella propria metà campo. I risultati aiutano e sono felice per questo motivo. Non siamo andati male con la difesa a tre: in fase di non possesso non riuscivamo a contrastare bene con i due mediani, anche con il Pescara avevamo sofferto e, sapendo che il Benevento ci avrebbe pressati e che avrebbe offerto un buon calcio, ci siamo presentati con un 3-5-2 per dare più sostanza al centrocampo e per spingere maggiormente sugli esterni visto che abbiamo dei calciatori con spiccate qualità offensive sulle catene laterali che dobbiamo sfruttare.

Federico Scaffidi è un’arma in più, vediamo se in futuro giocherà dall’inizio. Ha dimostrato di sapersi muovere in area, ma deve ancora migliorare tanto. Ha avuto due occasioni da rete prima si segnare, ma è riuscito a costruirsi delle occasioni. Ciò vuol dire che ha delle qualità e che deve coltivarle, è un ragazzo da tenere sicuramente in considerazione. L’inizio è stato buono ma non abbiamo ancora fatto nulla, ciò ci deve spronare per lavorare ancor di più durante la sosta e per dare più intensità e migliorare sotto il punto di vista tecnico per provare a costruire e finalizzare meglio.

I risultati aiutano sempre a trovare consapevolezza nei propri mezzi. I ragazzi sentono la necessità del dover vincere a tutti i costi, ma non è facile giocare in campi nei quali si affrontano compagini ben organizzate. Dobbiamo trovare continuità nel gioco oltre che nei risultati perché gare come queste vanno chiuse prima. La gara di Palermo va cancellata e dobbiamo andare avanti. Il campionato è spezzettato e ciò non aiuta a trovare i ritmi della partita, dobbiamo per questo lavorare di più aumentando i carichi e trovando le giuste misure in campo dando continuità durante le partite. Speriamo di sfruttare il tempo a disposizione per migliorarci sempre di più. Difensivamente siamo stati negativi solo a Palermo, in campionato abbiamo concesso poco subendo una sola rete nelle prime tre giornate: non incassare gol è molto importante in tal senso. L’Ascoli si sta attestando come un’ottima squadra e quello con i bianconeri sarà uno scontro importante che dovremo preparar bene per farci trovar pronti alla ripresa”.