Al termine di Cosenza-Lazio, il tecnico della Primavera biancoceleste Valter Bonacina è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Quest’oggi abbiamo costruito tante occasioni da gol e c’è amarezza per non aver raccolto la vittoria perché nel secondo tempo avremmo meritato di portare a casa questa sfida. Non siamo stati incisivi in fase realizzativa sbagliando troppo negli ultimi metri. Di conseguenza, non siamo riusciti a strappare i tre punti. La gara è iniziata a ritmi blandi, abbiamo seguito il canovaccio stabilito dal Cosenza quando, invece, avremmo dovuto dettare noi il corso della partita: l’approccio ai match finora non è mai stato determinato e voglioso. Di conseguenza, le squadre avversarie si chiudono e si fa più fatica a trovare il gol.

Sono soddisfatto per quanto svolto e raccolto finora, ma non dobbiamo accontentarci: serve maggior rabbia e maggior determinazione per vincere il campionato. La squadra ancora non riesce a sviluppare gioco ed a concretizzare le occasioni che produce. Sugli esterni vantiamo calciatori che spingono molto e finora abbiamo concentrato il nostro raggio d’azione sulle fasce concretizzando con Capanni e Scaffidi. Oggi la prima frazione non è stata sufficiente, mentre nella ripresa abbiamo forzato cogliendo anche un palo. Ci siamo presentati sulla fascia tre o quattro volte servendo al centro ottimi palloni da riversare in porta a specchio praticamente sguarnito. Dovremo smarcarci di più attaccando maggiormente gli spazi con le mezzali e con gli attaccanti, è necessario arrivare al tiro con maggior frequenza nell’arco della gara”.