Luan Capanni, attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Sono molto contento e soddisfatto per la prestazione della squadra, complimenti a tutti per il gioco espresso. Abbiamo vinto oggi grazie all’impegno che abbiamo messo in allenamento da lunedì, lavorando sempre al massimo. Siamo una squadra umile, dobbiamo continuare così, bisogna assolutamente vincere il campionato e tornare dove ci compete.

Sono molto contento di essere qui a Roma, anche la mia famiglia si trova benissimo e quando ti trovi a tuo agio in un ambiente, stai bene anche al livello di testa: questo aiuta anche a giocare meglio. Sono grato alla Lazio ed al mister per essere qui, spero di continuare a giocare in questo modo.

Mio padre è un po’ pazzo, mi ha sempre aiutato nella mia vita, è un ex giocatore. Io devo ascoltare il mister, ma anche mio papà mi consiglia ed sostiene sempre. Per il mio gioco mi ispiro a RaÍ, ex giocatore del San Paolo e del PSG, siamo simili in molte cose. Come ruolo preferisco quello di seconda punta, mi piace aiutare i compagni rispetto ad essere l’unico centravanti che gioca spalle alla porta. Se il mister o la squadra hanno però bisogno di me in quest’ultimo ruolo, gioco anche come terminale offensivo, non c’è problema. L’importante è continuare così. Sono stato allo stadio Olimpico, lavoro per meritarmi un giorno di esordire in prima squadra”.