Fabio Poli, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3 FM.

 

"Dall’ultimo periodo la Lazio ha fatto un bel salto, è chiaro che ora bisogna dare continuità ai risultati. La squadra non ha totalmente deluso ma qualcosa è successo, speriamo ci sia stata una svolta e che Pioli abbia trovato il cardine per ripartire da dove si sono fermati prima di Natale. Di facile ora non c'è niente, devi essere convinto e andare in campo con grande umiltà e con un grande gruppo.

Ci auguriamo che siano tornati i ragazzi di prima. Il rendimento me lo aspetto dai campioni che fino ad ora hanno deluso. Vogliamo rivedere tutti la convinzione del bel calcio che giocava la squadra la scorsa stagione. Ci si aspetta una Lazio che giochi a calcio. Speriamo che questa pausa abbia rigenerato e convinto. Difficile sapere se la sosta serve o non serve, lo si impara sempre dopo, a volte può essere utile, a volte no. Sicuramente hanno lavorato bene e torneranno a fare gruppo come la scorsa stagione.

La Lazio ha giocato un po' di rimessa contro l'Inter, secondo me ancora devono ritrovarsi. Solo i risultati possono ritrovare il gioco semplice e spensierato.

Da Cataldi mi aspetto quello che ha fatto l'anno scorso, con l'aiuto di tutti. Deve solo andare in campo tranquillo e giocare. Non si devono pretendere i tre punti per forza, quelli arrivano per il tuo gioco. Poi chi incontri, incontri. Se la Lazio ha fiducia in quello che ha, può dare fastidio.

Il Bologna e la Fiorentina non sono facili da affrontare. Se fai il risultato pure con il Carpi vuol dire che sei tornato. Donadoni, al Bologna, ha parlato con tutti i giocatori, chiedendo umiltà. Poi ha cambiato modo di giocare, corrono molto e giocano con degli attacchi e degli scatti particolari. E’ una squadra strana e nuova, giocano semplici, corti e non lasciano spazi. Non è facile da affrontare.

La Fiorentina, oltre al gioco che fa, ha dei giocatori importanti e un ottimo possesso palla. Giocano un bel calcio, aggressivo. Se la Lazio ritrova fiducia può dare fastidio a tutti.

L'Inter si deve guardare da tante squadre, non giocano le coppe e sono avvantaggiati. La Juventus è in corsa e come società ha un grande carattere. Non dimentichiamo il Napoli che non ha la rosa dell’ Inter ma ha l'Europa League.

La Roma, invece, non può dare fastidio a nessuno quest'anno.