Il tecnico biancoceleste, Stefano Pioli, è intervenuto nel post-partita di Lazio-Atalanta, ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

 

"Non è ancora il momento dei rimpianti. Il campionato ci vede in ritardo, rimontare non dipenderà solamente da noi, ma anche dalle squadre che ci precedono in campionato e stanno andando tutti fortissimo. Abbiamo il dovere di provarci, le partite sono tante e ci sono 27 punti a disposizione.
E' un finale di campionato difficile ma allo stesso tempo stimolante perché avremo tanti scontri importanti.
Ho dato spazio a qualcuno che ha giocato meno nel corso della stagione, si sono giocati bene la chance, l'importante era la voglia di fare bene la partita, di provare, lottare e soffrire, abbiamo avuto delle difficoltà ma siamo stati bravi a stingere i denti, verticalizzare di più e salire di ritmo nel secondo tempo.
La qualità dell'avversario c'era, loro come recuperavano palla cercavano la profondità. Era normale avere qualche difficoltà ma credo che i nostri si siano comportati bene. Non è facile giocare poco ma loro si sono allenati sempre con la giusta disponibilità, attenzione, determinazione e buona volontà. Ero sicuro avrebbero fatto bene.
Il Milan è la sesta in classifica, siamo a sette punti da loro, sarà chiaramente uno scontro diretto importante. Ottenere un risultato positivo ci darebbe ancora più slancio per affrontare bene il derby dopo la sosta. Passare il prossimo turno sarà una tappa importante, poi penseremo alla prossima di campionato.
Il ritorno di Europa League sarà una gara difficile, da giocare ad alto ritmo. E' un avversario tosto, bisognerà giocare con intelligenza e lucidità, abbiamo bisogno di un buon livello di gioco, sia dal punto di vista tecnico che tattico. Abbiamo solo un piccolissimo vantaggio, ma la metà del turno è ancora tutta da conquistare e bisognerà mettere in campo una prestazione all'altezza".