Il tecnico della Lazio Women, Roberto De Cosmi, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“La stagione è stata conclusa alla grande in termini di risultato ma ancor di più di prestazione, sempre con il giusto atteggiamento. Contro il Trani le ragazze hanno giocato tranquille e serene nella gestione del pallone, realizzando cinque gol, tutti frutto di coralità. Sciarretti e Coletta potavano anche segnare altri due gol. Ottima prestazione di squadra, sono felice per il gol della Sciarretti, che voleva fortemente segnare: un plauso all’atleta per la caparbietà mostrata nel superare le difficoltà di tutto l’anno. È una ragazza che non molla mai.

Siamo cresciuti nel modo di pensare. Questa stagione è importante e positiva. Abbiamo inserito un altro tassello nella nostra crescita. Vedremo in futuro cosa accadrà.

La squadra è stata allestita nel settembre 2015 e abbiamo disputato il nostro primo impegno ufficiale in Coppa Italia con appena un allenamento alle spalle. Da allora, siamo migliorati nel fare calcio. Siamo cresciuti nel modo di proporre calcio.

In questa annata, ho optato per la difesa a 3 nella gara d’esordio a Napoli contro il Domina, per poi riproporla contro il Carpisa. Abbiamo poi avuto la Sciarretti out per problematiche fisiche. Con il doppio attaccante la squadra gira meglio.

Domenica go inserito la Tosti a gara in corso al posto della Sette nel ruolo di quinta di destra; aveva subito problematiche fisiche ma ha lavorato al meglio per essere disponibile nell’ultimo impegno stagionale. In una giocata, nella quale ha colpito il palo, ha avuto un problema al ginocchio e non poteva più proseguire. Per questo ho inserito la Lattanzi a un quarto d’ora dal termine: per lei si trattava della seconda presenza, dopo qualche minuto giocato nelle settimane precedenti.

Possiamo ambire a posizioni migliori. Monica Caprini ha sottolineato la crescita di questa squadra, e in questo anno abbiamo fatto meglio dal punto di vista mentale e numerico, ma speriamo di poter crescere anche a livello strutturale, curando ogni minimo particolare.

Nella prossima stagione, la Serie B diventerà a girone unico e il nostro obiettivo è quello di arrivare tra le prime per poterci qualificare. Noi tutti amiamo la Lazio, non solo emotivamente ma anche professionalmente.

La Pezzotti lo scorso anno agiva da esterno basso a sinistra, ultimamente l’ho impiegata in una posizione più alta o nei tre di centrocampo. Ha realizzato 5 gol, ma poteva segnarne altrettanti. È forte di testa, è una buona giocatrice: lei costituisce una base per il prossimo anno.

Tania Autili si era infortunata a Bari. È trascorso tanto tempo da allora e, per questo, mi sembrava opportuno concederle una parte della gara contro il Trani.

In questa stagione abbiamo subito 34 gol, siamo la quinta miglior difesa dopo Roma, Bari, Latina e Carpisa. Questo è un dato oggettivo da sottolineare. Non abbiamo segnato tanto, ma abbiamo sempre avuto equilibrio. La crescita della Sarnataro è merito suo e di Stefano: a 17 anni non è semplice. Ha acquisito fiducia nel ruolo e nei propri mezzi. Ciò ci ha consentito di conquistare qualche punto in più.

Saluto tutte le 25 ragazze della rosa, così come l’intero staff ma un saluto speciale voglio rivolgerlo alla Berbarducci, che in queste ore si è operata di nuovo: un grosso in bocca al lupo a lei”.