Un calcio alla violenza. Una partita contro gli abusi sulle donne. Per perseguire tale obiettivo, quest’oggi è scesa in campo, presso il Centro Sportivo Longarina, l’iniziativa ‘Sblocca il coraggio’, indetta dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri.

All’evento hanno partecipato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Maria Elena Boschi, Angelo Peruzzi, Francesco Totti, Simone Perrotta e Concetta Raccuia, madre di Sara Di Pietrantonio, ragazza scomparsa il 29 maggio del 2016; i presenti si sono uniti nel ricordo di Sara e di tutte le donne vittime di femminicidio.

Il Club Manager della S.S. Lazio, oltre ad aver preso parte alla cerimonia d’apertura della sfida, ha rilasciato in conferenza stampa le seguenti dichiarazioni: “Sono onorato di essere qui, vi ringrazio a nome mio, della S.S. Lazio e del presidente Claudio Lotito. Mi auguro che una manifestazione simile, e lo sport in generale, possano aiutare noi tutti a superare un ostacolo così grande, nel 2017 non è possibile accettare alcuna disparità; mi auspico che il calcio, in particolare, possa rappresentare un buon viatico per trasmettere un messaggio educativo”.