Michelangelo Sulfaro, ex portiere biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Da calciatore sono stato tre anni al Crotone, dal 1965 al 1968. Da lì, prima di approdare alla Lazio, ho vissuto un’esperienza alla Sambenedettese.

Domani sarà una gara che se non sbloccata subito rischia di complicarsi. I pitagorici non hanno fatto risultati ma non stanno giocando male. Se indovinano la partita, i calabresi sono difficili da perforare.

Felipe Anderson è un giocatore che può cambiare la partita in qualsiasi momento, così come Nani. Domenica a Bergamo, però, Strakosha ha cambiato il corso della partita con due parate strepitose: ormai è una certezza. Con Immobile là davanti, la squadra ha qualcosa in più; Luis Alberto di questo momento è straripante. Leiva potrebbe saltare la partita: è diffidato e necessita di un po’ di riposo. Con il suo acquisto la Società ha fatto un ottimo affare, occorre dare atto al DS Igli Tare.

Nell’ultima gara di campionato, in casa dell’Intera, la Lazio può fare il suo; anche guardando al quarto posto: credo che la lotta sia proprio con i nerazzurri o magari con il Napoli”.