L’ex difensore biancoceleste Stefano Ferretti è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM. 

“Per un calciatore scendere in campo al Giuseppe Meazza è molto emozionante poiché l’impianto è molto bello, in particolare ricordo che quando vestivo la maglia biancoceleste c’era molta preoccupazione prima d’affrontare il Milan o l’Inter poiché le compagini milanesi erano molto forti. Allo stesso tempo, c’era una grande voglia di stupire tutti e di compiere un’impresa. Sapevamo, comunque, di dover disputare una gara molto difficile sotto ogni punto di vista. 

L’Inter è una squadra molto forte, ma gli uomini di mister Simone Inzaghi dovranno approcciare al match di domani sera come una grande compagine. I nerazzurri sono sempre molto pericolosi: i biancocelesti dovranno dedicare particolare attenzione ai due esterni, ovvero a Perisic e Candreva. Nell’ultimo derby di Milano, la compagine di Spalletti ha espresso un buon calcio e, pertanto, la formazione capitolina dovrà arginare la manovra dei milanesi. 

Nell’ultima sfida di TIM Cup, ho visto una buona Lazio contro la Fiorentina: i biancocelesti hanno creato molto e sono stati fluidi nella manovra nella prima frazione di gioco. Nel secondo tempo, invece, gli uomini di Inzaghi hanno faticato a tener alto il pallone senza riuscir a dilagare. La Prima Squadra della Capitale si è meritata il passaggio del turno in Coppa Italia, ma deve provare a chiudere prima le sfide. 

La formazione che mister Inzaghi sta proponendo ultimamente garantisce grandi sicurezze, ma anche nell’ipotetica panchina di domani sera ci sono dei profili che potrebbero cambiare la sfida. Credo che il tecnico piacentino si stia affidando ai calciatori che hanno trascinato la compagine fino ad ora. La Lazio in questo momento è una squadra più armonica e rodata rispetto all’Inter; ci sono degli automatismi ormai già ben funzionanti nella compagine capitolina. Domani la formazione biancoceleste può far sicuramente la sua partita provando a sfruttare al meglio le ripartenze”.