Alla vigilia di Napoli-Lazio, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.

“Su Felipe Anderson sono state dette tante inesattezze: quando si perde una gara è normale che ci siano malumori. Non è entrato in gara come doveva fare, ma da qui a dire che la sconfitta è frutto solo della prestazione di Felipe è sbagliato: la colpa è di tutti, me compreso. Sapevamo cheil Genoa avrebbe offerto una prestazione simile ed è riuscita a vincere all’Olimpico. Il brasiliano è un patrimonio della Società e l'ho sempre tutelato: non è sereno in questo momento el’ho fatto lavorare a parte. Sa cosa dovrà faree quando ci riuscirà tornerà a farci vincere le partite.

Felipe sa quello che dovrà fare e sa che in questi due anni e mezzo ha sempre giocato con me: è molto sensibile e per tornare ad aiutarci dovrà assumere un altro atteggiamento. Noi lo aspetteremo e, quando sarà più sereno, ci darà una mano perché ha grandi qualità e ci farà vincere gare molto importanti.

Nelle prime cinque gare abbiamo vinto due partite, ne abbiamo pareggiata una e ne abbiamo perse due: l'ultima sconfitta ci rallentati, ma non siamo in crisi. Ora dovremo essere lucidi sapendo che affronteremo la prima in classifica. Ci giocheremo la nostra partita come abbiamo sempre fatto sapendo che dovremo offrire una prestazione sopra le righe: ogni singolo dovrà dare il massimo, poi vedremo cosa dirà il campo. Le aspettative su di noi si sono alzate. Nessuno avrebbe detto che ad oggi saremmo stati terzi. Su cinque gare ne abbiamo perse due, una con il Milan per un fallo di mano ed una con il Genoa che dovevamo evitare, c’è un po' d’allarmismo e non ci dovrebbe essere. Domani ci servirà una grande gara, ma la mia squadra ha già dimostrato di poterlo fare. Sappiamo l’importanza che ha la sfida, ma lci avvicineremo all'impegno con tranquillità e nel migliore dei modi per sfidare la capolista. Il Napoli gioca il miglior calcio i Europa: sono organizzati, hanno ottime individualità ed un ottimo tecnico. Nella gara d’andata abbiamo perso, poteva andare diversamente, ma domani dovremo dare il massimo sperando di avere ogni singolo al 150%.

Lukaku ha avuto un leggero affaticamento, ma sarà regolarmente convocato. Lasceremo qui, invece, Pedro Neto che domani giocherà con la Primavera. Abbiamo analizzato anche la partita dell’andata: conducemmo un ottimo primo tempo, poi alcuni cambi forzati ci portarono a perdere. Dopo quella sconfitta eravamo in emergenza, ma da lì partì il nostro cammino che coincise con le 9 vittorie consecutive.

Felipe Anderson non sarà convocato per la gara di domani per scelta tecnica. Abbiamo analizzato ogni situazione: contro il Milan abbiamo preso un gol di braccio ed una rete scaturita da un inserimento su un cross da Suso. Stiamo apportando delle correzioni per evitare situazioni simili. Il modulo resterà sempre lo stesso avendoci garantito quest'ultimo risultati incredibili: Caceres ha offerto due ottime gare in Coppa Italia ed in campionato, ma anche Luiz Felipe, Bastos e Wallace, si stanno comportando al meglio, stanno crescendo e domani sceglierò con tranquillità la formazione.

Avrei voluto incontrare un altro avversario rispetto al Napoli, ma questo è il calendario e ci aspetterà una gara importante: è giusto che le aspettative si siano alzate su di noi, siamo stati noi gli artefici di ciò. Si è parlato tanto dopo una sconfitta e dovremo esser bravi noi a riscattarci: ho detto alla squadra di far bene perché le aspettative si sono alzate. Abbiamo perso due gare ravvicinate mentre avevamo abituato tutti a non perdere mai. Juventus e Napoli hanno condotto due ottime stagioni: hanno rispettivamente 60 e 59 punti, non era mai successo, solo nella Liga. Stanno tenendo un cammino incredibile e bisogna fare i complimenti a queste compagini che arriveranno insieme fino in fondo. Dovremo ripetere l’intensità e l’attenzione che abbiamo avuto nella gara d’andata, nella quale alcuni cambi forzati hanno condizionato la gara. Banti ha grande esperienza e dirigerà al meglio una partita molto importante sia per noi che per il Napoli.

Sarebbe un vantaggio se i partenopei non avessero Mertens, ma vantano un'ottima organizzazione che sicuramente ci creerà problemi. La mia squadra ha lavorato al meglio negli ultimi tre giorni. Dopo il Genoa ho concesso un giorno di riposo al termine di un ciclo ricco di gare. Ho visto i miei ragazzi motivati e concentrati, faremo una gara importante. Nani si sta allenando molto bene, prova a mettermi in difficoltà ogni giorno e, se non dovesse giocare dall’inizio domani, lo farà sicuramente a Bucarest".