Alla vigilia di Lazio-Dinamo Kiev, sfida valida per l'andata degli ottavi di finale di Europa League, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.

“Quando si perdono due partite in questo modo, i ragazzi è normale che non siano al massimo. Abbiamo parlato, abbiamo analizzato le gare e dobbiamo ripartire dalle prestazioni offerte contro Milan e Juventus. Abbiamo affrontato due grandissime squadre che, nel girone d'andata, eravamo riusciti a superare. Nei match validi per il girone di ritorno, ce la siamo giocata alla pari e avremmo meritato qualcosa di più. Gli episodi in queste sfide non sono stati favorevoli alla Lazio.

La Dinamo Kiev è da anni in Europa, vanta ottime individualità. Dovremo condurre la gara senza scoprirci troppo perché la formazione ucraina è in grado di allestire ripartenze molto efficaci. Fisicamente la squadra è reduce da tante partite, ma i miei ragazzi stanno facendo registrare ottimi dati in allenamento. Ho ancora due sedute a disposizione per scegliere gli uomini che mi garantiranno più sicurezze in vista del match di domani sera.

Ad eccezione di Caceres, tutta la rosa sarà a mia disposizione: dopo la rifinitura di domani mattina sceglierò la squadra da schierare in campo. Fisicamente la squadra sta bene, mentalmente dobbiamo eliminare le scorie scaturite dalle ultime due partite: i ragazzi contro la Juventus sono stati bravissimi a ripartire dopo la sconfitta cocente patita contro il Milan in TIM Cup. Un episodio ci ha condannati con i bianconeri, ma dobbiamo rialzarci partendo dalle nostre certezze. La squadra ha giocato meglio nelle ultime gare rispetto alle partite offerte contro le stesse avversarie nel girone d'andata.

Adam Marusic non sarà tra i convocati, speriamo di poterlo avere a Kiev. Caceres, invece, potremmo averlo a disposizione per la trasferta di Cagliari in campionato. La Dynamo è una compagine di grande tradizione: l’ho affrontata in Champions League nel 1999, è ben costruita e molto giovane. Gli ucraini si difendono molto bene e ripartono in velocità: non dovremo sottovalutarli ma esser bravi offrendo una gara molto accorta. Vogliamo un risultato positivo perché non sarà facile a Kiev, città nella quale troveremo tanto pubblico avversario ed un clima ostile, ci serve una grande gara all’Olimpico.

Nelle ultime due partite abbiamo sentito vicini i nostri sostenitori. La Curva Nord ci ha incitati dall’inizio alla fine, abbiamo visto lo striscione prima del match contro la Juventus ed è stato molto bello: domani speriamo ci sia gente perché abbiamo bisogno di loro in un ottavo di finale che vogliamo superare per andare avanti. Sarebbe importante vincere per poi raggiungere i quarti di finale. Nella semifinale di Coppa Italia pensavamo sarebbe stato meglio affrontare i rossoneri in casa: domani conterà, invece, solo l’approccio. Sono sicuro che faremo una buona gara”.