Renzo Garlaschelli, ala biancoceleste nella stagione dello Scudetto 1973/74, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, 89.3 FM.

“Lazio ed Atalanta rappresentano due modelli calcistici dai cui prendere spunto. La Società orobica ha sempre avuto un grande vivaio ma ha alti e bassi; nelle ultime stagioni sta facendo anche molto bene a livello di prima squadra ma la qualità della Prima Squadra della Capitale è superiore per storia e tutto il resto.

Dovesse fare risultato domenica, la squadra di Inzaghi compirebbe un passo importante verso il raggiungimento di un posto nella prossima Champions League: è tutto nelle mani della Lazio, che però è attesa da una gara complicata. I nerazzurri verranno certamente all’Olimpico con l’intento di conseguire la vittoria.

L’assenza di Immobile rappresenta una perdita in attacco: i suoi numeri sono indiscutibili, 40 gol non sono pochi. Quest’ano è riuscito a ripetersi dopo una prima annata che già era stata positiva. È un attaccante completo, dentro l’area di rigore calcia e segna anche di testa; è un bomber completo. Al suo posto ci sarà Caicedo: speriamo che l’attaccante ecuadoregno, ha una buona chance e mi auguro che riesca a fare bene. Il numero 20 è già subentrato a gara in corso contro il Torino, è il cambio naturale dopo il forfait di Immobile”.