Il centrocampista biancoceleste Milan Badelj, al termine di Lazio-Frosinone, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Oggi abbiamo vinto e siamo riusciti a portare a casa i tre punti: questo nel calcio è tutto perché le vittorie ci permettono di crescere sia individualmente, sia come squadra. Soprattutto quando si arriva in un nuovo ambiente, i risultati positivi aiutano il gruppo a maturare. Nel reparto di metà campo posso giocare da solo, ma anche in una mediana a due uomini: rispetto sempre le scelte del mister essendo arrivato in un gruppo già consolidato da anni. Come nuovo interprete devo abituarmi ai meccanismi della Lazio.

Il gruppo ha reagito al meglio dopo due sconfitte: le prime giornate di campionato ci avevano portato della frustrazione nello spogliatoio perché avevamo sfidato squadre non al massimo della forma e, allo stesso tempo, ci eravamo approcciati a quelle gare non al massimo della condizione. Non siamo riusciti ad ottenere punti contro Napoli e Juventus, ma oggi la squadra ha reagito e ne sono molto orgoglioso perché non era facile. Giocheremo ogni tre o quattro giorni e per noi calciatori questo è molto divertente: ci sarà spazio per ognuno di noi e non ci saranno settimane lunghe nelle quali si giocherà di domenica in domenica. Non vedo l’ora di dare inizio a questo lungo cammino che inizierà dopo la sosta.

Contro la Juventus non siamo riusciti a controllare la gara nel modo migliore nei momenti cruciali della sfida: abbiamo velocizzato il gioco nei momenti sbagliati. In alcune partite un calcio propositivo ad alto ritmo non è producente: la maglia biancoceleste mi sta bene, adoro questi colori. Mi sto trovando molto bene in questa nuova esperienza, ma ho bisogno ancora di un po’ di tempo per farmi conoscere dal gruppo e per inserirmi al meglio nello spogliatoio”.