Patric ha risposto quest'oggi ad alcune domande degli studenti dell'Istituto Comprensivo Artemisia Gentileschi di via dei Glicini 60, a Roma.

“Il nutrizionista ci aiuta nell’alimentazione, mangiamo proteine, carboidrati e tanta verdura per rendere al meglio in campo, un altro aspetto importante è legato all’idratazione. Dobbiamo sempre vincere, scendiamo in campo per conquistare i tre punti in ogni gara, ancor di più perché militiamo in una grande società. Quando si perde c’è sempre un po’ di rabbia, poi però occorre imparare dagli errori e reagire nel modo giusto.

Abbiamo tanti obiettivi da raggiungere, ci seguono molte persone. Quando si sta in campo, l’importante è che tutte le discussione ed i battibecchi restino lì. Siamo avversari ma comunque siamo tutti compagni nello sport. Per conseguire gli obiettivi ci sono tanti momenti difficili e l’unico modo per riuscirci è farlo stando in famiglia.

Noi dobbiamo pensare solo al campo, le critiche ci sono sempre ma non dobbiamo ascoltarle ed andare avanti. A volte sbagliamo: quando capita gli altri si arrabbiano con me, ma ancor prima mi rammarico io con me stesso. Quando si vince c’è sempre grande soddisfazione”.

 

In seguito, a margine dell'evento, l'esterno biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“L’evento di quest’oggi ha rievocato in me tanti ricordi della mia infanzia. Per un bambino dev'essere molto bello incontrare dei calciatori all’interno della propria scuola. Abbiamo parlato con i ragazzi dei valori dello sport, sono degli insegnamenti che dobbiamo tramandare ai più piccoli affinché possano crescere bene. Questo tipo di eventi, inoltre, vengono svolti anche in Spagna.

Voglio essere importante per la Lazio e farmi trovare pronto: aspetto sempre la mia chance da parte del mister. Ho avuto dei momenti di difficoltà nella mia carriera, ma ne sono sempre uscito al meglio. Ho tanta fiducia in me e lavoro al massimo ogni giorno, questo mi dà tranquillità. Quest'anno ci mancano le vittorie con le grandi, sarà un bel test quello con il Milan per capire come stiamo. Il mio ruolo preferito? Esterno destro, è dove preferisco giocare".