Alla viglia del match con il Milan, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stamoa dal Centro Sportivo di Formello.

“Per noi quella di domani sarà una partita difficile perché affronteremo un Milan con qualche problema di formazione. Gli uomini di Gattuso scenderanno comunque in undici e dovremo affrontare il match al meglio, ci saranno delle difficoltà ma si tratta di un incontro fondamentale per noi e per la nostra classifica. Mi sarebbe piaciuto disputare questa partita con le due squadre al completo, invece entrambi gli schieramenti avranno delle defezioni. Con i tanti impegni settimanali a cui devono far fronte le squadre in scena anche in competizioni internazionali, ogni allenatore deve convivere con alcune assenze. Nel calcio di oggi è difficile essere sempre al completo, noi allenatori dobbiamo essere bravi a selezionare l’undici più affidabile. Domani ci aspetta uno scontro diretto: negli ultimi precedenti siamo stati condannati da errori individuali, da episodi negativi e da alcune piccolezze. Certi errori non vanno commessi in determinate partite, noi lo sappiamo perché altrimenti non avremmo vinto la Supercoppa italiana del 2017 e in trasferta contro la Juventus o non  avremmo portato a casa il doppio confronto di Coppa Italia con la Roma. Ci è sempre capitato l’episodio o l’errore individuale che ha portato a questa serie di sconfitte. Sappiamo di aver perso in alcune circostanze, ma sappiamo anche di essere quarti e di esser passati con due turni d’anticipo nel girone di Europa League. Sappiamo dell’importanza della gara e sono contento di come i ragazzi hanno interpretato la settimana di preparazione alla gara di domani.

Ci aspetta ancora un allenamento, ma Lucas Leiva non ci sarà per i rossoneri e per la trasferta di Cipro. Vogliamo recuperare il brasiliano per la gara di Verona con il Chievo. Riza Durmisi ha avuto un attacco influenzale, mentre Felipe Caicedo ha svolto solo gli ultimi due giorni di allenamento. Ci attende ancora una seduta e spero di poter valutare quest’ultimi due. Sarà il campo a dire chi meriterà i tre punti. Sono felice di aver fatto giocare Leiva a Sassuolo perché si è espresso al meglio e solo nell’allenamento di giovedì ha patito dei problemi: questo ha procurato un edema sullo stesso punto nel quale si era infortunato a Marsiglia. Per questo abbiamo deciso di non utilizzarlo domani e a Cipro. L’ho sostituito io a 15 minuti dal termine nel match con il Sassuolo, ma non aveva patito alcun problema.

Milan Badelj non lo ho avuto a disposizione perché era impegnato con la Croazia ed al rientro si è allenato bene come Danilo Cataldi. Sceglierò domani tra i due, così come negli altri reparti. Spero di avere Durmisi e Caicedo al 100% per il match di domani e, dopo la rifinitura, sceglierò l’undici che affronterà il Milan. La rosa di Gattuso può contare su tantissimi campioni, è un gruppo molto ampio: Bakayoko ha rimpiazzato Biglia al meglio e sappiamo che i rossoneri hanno ottimi calciatori. Dovremo limitare Suso e Calhanoglu perché sono due calciatori importanti e sappiamo che hanno tanta qualità.

Luis Alberto e Joaquin Correa hanno entrambi le loro opportunità per giocare: hanno lavorato molto bene, Caicedo è stato recuperato ed ha svolto un buon allenamento. I miei calciatori offensivi sono forti e non ho problemi a schierare i titolari: sono contento d’avere l’imbarazzo della scelta. Correa è una grande risorsa, è importante e domenica a Sassuolo ha provato a farci vincere la partita. Su una sua azione fermata per fuorigioco avremmo potuto segnare vincendo un match importante che ci avrebbe portato due punti in più. Avere giocatori che ti mettono in difficoltà è un piacere. Dopo il risveglio muscolare di domani mattina sceglierò la formazione titolare.

Martin Caceres l’ho voluto qui alla Lazio ed è sempre stato positivo quando è stato schierato. Il numero 22 ha grande stima da parte mia e lui sa che il turno arriva per tutti: tornerà a giocare molto presto e sono contento di allenare l’uruguaiano. Adam Marusic ha giocato due partite con il Montenegro e non ha dato segnali negativi alla ripresa: è in corsa per giocare, ma è in ballottaggio con Patric. Li valuterò e deciderò domani chi schierare in campo dal primo minuto. Il Milan è una squadra corta e ben allenata da Gattuso: il tecnico rossonero ha vinto un campionato a Pisa ed ha un’ottima media punti. È un grande motivatore ed un buon organizzatore. Loro ci aspetteranno, ma noi dovremo fare la nostra partita ed esser bravi nelle loro ripartenze perché vantano calciatori che possono mettere in difficoltà ogni difesa.

Per Roma è importante ospitare una gara di rugby importante come Italia-All Blacks tra all Blacks: sono un appassionato di questo sport, ma mi dispiace per il terreno dell’Olimpico che sta manifestando qualche problema. Rispetto ai tempi in cui giocavo, il manto erboso dello stadio romano è peggiorato e mi dispiace perché la Lazio e la Roma meritano un campo migliore. L’impianto è ottimo, ma il terreno sta già presentando delle pecche e ce ne siamo accorti anche nelle ultime gare disputate contro SPAL e Marsiglia. Oggi ci sarà il rugby, si tratta di una gara importante e di un vanto per la nostra città, ma spero che gli addetti ai lavori possano rendere il terreno di gioco in ottime condizioni ed all’altezza della gara di domani tra Lazio e Milan.

Le motivazioni faranno la differenza in un match così. I ragazzi mi hanno soddisfatto in questi giorni perché si sono allenati al meglio. Luis Alberto si è sempre allenato da un mese a questa parte, ha svolto un’ottima gara a Reggio Emilia ed ha dato intensità svolgendo quel che gli avevo chiesto. Lo spagnolo ha lavorato molto bene così come Correa ed Immobile. Anche Caicedo quest’oggi mi ha soddisfatto. Solo due attaccanti partiranno dall’inizio, gli altri due giovedì a Cipro. Schiererò coloro che mi daranno più garanzie per l’incontro con il Milan. Sergej Milinkovic è tornato dalla Nazionale con un problema che lo ha portato a lavorare una settimana a parte: martedì si è aggregato alla squadra ed ha lavorato molto bene. Spero che domani sia protagonista perché è in netta crescita ed ha fatto registrare dati fisici molto importanti nel corso della gara disputata con il Sassuolo. Mi auguro che la mia squadra domani regali un’ottima partita perché vogliamo preservare il quarto posto”.