Luigi Cagni, ex allenatore della Sampdoria, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Channel 233 di Sky:

“La Lazio in questa stagione sta riscontrando diversi problemi in più rispetto alla passata stagione, ma è normale che quest’ultimi emergano a seguito di diversi cambiamenti. Per trovare gli equilibri giusti serve tempo, ma in Italia conta solo il risultato. La Prima Squadra della Capitale, in tal senso, deve trovare una struttura ed un assestamento ben definito. Simone Inzaghi conosce bene i biancocelesti, deve trovare la giusta soluzione per far rendere al meglio l’intero gruppo.

Il tecnico piacentino può contare sui giocatori adatti per risollevare la situazione, ma ci vuole tempo per provare la soluzione con le due punte. Se si escogita la giusta tattica per i giocatori a disposizione, si ha sempre più probabilità di portare a casa il risultato. La Serie A quest’anno è più complicata, totalmente diversa da quella della scorsa annata sportiva. Non ci sono certezze in questa competizione, l’unica è che la Juventus è la squadra più forte. Le varie compagini hanno bisogno di tempo per trovare il giusto assetto e i giusti interpreti.

La Sampdoria ha ceduto Torreira e ha schierato Ekdal come regista, anche lo svedese ha bisogno di tempo per capire i meccanismi e i movimenti della squadra. Fabio Quagliarella è un giocatore che ogni allenatore spera di poter trovare in una squadra, per qualità tecniche e morali. Ciro Immobile è un goleador, sente sempre la porta. Inoltre, il numero 17 biancoceleste riesce a far realizzare molti gol ai compagni. Stiamo parlando di un giocatore straordinario che occupa ogni zona di campo, di un fenomeno naturale sotto questo punto di vista che è cresciuto tantissimo negli ultimi anni”.