Alla vigilia del match con l'Eintracht Francoforte, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello:

“La gara di domani è da considerare come la partita che chiuderà il nostro girone, nella quale affronteremo la prima classificata. Dovremo svolgere una buona prestazione perché sfideremo una compagine importante con un grande seguito di tifosi. Vorrò vedere una squadra che andrà in campo per fare una buona gara, ce la dovremo vedere con una squadra forte che vorrà offrire una buona partita, ma noi vogliamo chiudere al meglio il girone per poi tornare a pensare all’Europa League nel mese di febbraio. A volte quando non ci sono le motivazioni giuste si va incontro a brutte figure: noi non vogliamo farne e schiererò una squadra competitiva che possa mettere in campo una buona prestazione per chiudere al meglio la fase a gironi.

Abbiamo ancora due sedute a disposizione per valutare alcuni calciatori: domani vorrei portare Lucas Leiva in panchina per dargli un piccolo minutaggio che doserò in base alle sue condizioni. Il brasiliano è un calciatore importante e sembra sia tornato ai suoi livelli; il nostro numero 6 ha avuto un problema muscolare, un'ulteriore ricaduta ed ora dobbiamo essere cauti. Il ragazzo sta bene e vogliamo integrarlo al gruppo al più presto. Milinkovic ha preso una brutta botta contro la Sampdoria, ha svolto due giorni di lavoro differenziato ed oggi conto di averlo nuovamente in gruppo. Anche io da calciatore ho attraversato momenti negativi nei quali la critica si fa sentire con qualche rimprovero: il nostro centrocampista serbo dovrà rispondere sul campo, ho fiducia in lui perché è un calciatore importante che contro la Sampdoria avrebbe potuto segnare; se quel suo colpo di testa fosse entrato in rete, si sarebbe parlato di tutt'altra prestazione. Per fortuna possiamo giocare ogni tre giorni e il numero 21 biancoceleste avrà nuove occasioni.

Thomas Strakosha è un calciatore giovane ed è solo al terzo anno consecutivo da titolare, ha la mia massima fiducia ed è normale che possa sbagliare: dobbiamo coinvolgerlo nel palleggio perché è una mia indicazione considerando che abbiamo delle pressioni di un certo tipo. L'estremo difensore albanese ha dato prova di ottimi gesti tecnici ed è molto intelligente e propenso al lavoro, deve stare tranquillo perché è un ruolo molto delicato il suo, ma nonostanet ciò ha la mia fiducia, quella dei compagni e della Società. Deve proseguire sulla strada intrapresa negli ultimi anni. Nella letterina di Natale chiederò di non avere problemi e di avere tutti i miei elementi a disposizione nelle prossime partite perché abbiamo avuto qualche problema: spero di avere tutti i miei calciatori pronti ad essere utilizzati. Arrivando secondi nel girone sappiamo che affronteremo squadre attrezzate nei sedicesimi di finale: il Salisburgo ha vinto con anticipo il proprio girone, ma ci saranno come loro tante altre compagini forti. Se ci dovesse essere il remake della gara dello scorso anno, ben venga anche se ai sedicesimi di finale.

Sabato ho visto una grandissima Lazio ed ho fatto i complimenti alla mia squadra perché hanno dato tutti il cuore in campo. Alla squadra ho detto che ogni elemento ha riversato sul campo quanto preparato. abbiamo commesso un errore, a volte il calcio è crudele, ma dobbiamo trarre degli insegnamenti e capire che bisogna restare in partita fino al 99'. Abbiamo concesso due gol con troppa facilità ai doriani, ma sullo spirito e sul cuore non ho nulla da rimproverare al mio gruppo. L’umore dello spogliatoio? C’è delusione perché dopo 26 tiri non vincere porta a provare dell’amarezza, ma c’è la consapevolezza di aver svolto un’ottimo prova e di aver messo alle corde una squadra importante. Io sono deluso dal risultato ma soddisfatto della prestazione offerta nel corso dei 99 minuti svolti contro la Sampdoria. Riza Durmisi ha avuto un contrattempo lunedì, ieri sembrava fosse rientrato a disposizione anche se ha svolto un lavoro differenziato ed oggi lo valuteremo: se darà garanzie giocherà, altrimenti prenderò una soluzione.

In Europa League ci sono squadre molto attrezzate e forti: tutte daranno il massimo per andare avanti nella competizione. La scorsa edizione è stata vinta da una squadra che era arrivata terza nel girone di Champions League. Il sorteggio sarà complicato, ma ce la giocheremo con tutte come abbiamo fatto negli ultimi anni. Ho fatto i complimenti a Luis Alberto per come è entrato: ha svolto venti minuti molto buoni come anche con il Milan. Nella settimana successiva alla gara con i rossoneri, lo spagnolo ha riscontrato un problema che gli ha impedito di giocare a Verona, mentre contro la Sampdoria ha svolto un lavoro totale. I calciatori possono essere sempre decisivi, anche se non giocano dall’inizio e ne abbiamo avuto testimonianza sabato tramite gli inserimenti di Correa, Cataldi e Luis Alberto che ci hanno dato un grande slancio per svolgere un ottimo secondo tempo".