Il centrocampista biancoceleste Danilo Cataldi ha presentato quest'oggi in conferenza stampa il match di domani con l'Eintracht Francoforte: 

“Quando non si ottiene il risultato in cui si spera c’è sempre del nervosismo, ma questo fa parte del campo. Sabato abbiamo dominato come testimoniato dai numeri registrati nel corso della sfida e, non avendo trovato il gol della vittoria, ci siamo innervositi. La squadra è forte e sappiamo ciò che dobbiamo svolgere sul terreno di gioco, dobbiamo solo limare qualche errore come quello commesso nei trenta secondi finali, nei quali siamo stati colpevoli di una disattenzione corale che ci ha fatto perdere due punti importanti. Cerco sempre di dare il massimo da luglio ad oggi, negli allenamenti come nelle gare in cui vengo chiamato in causa. In alcune circostanze ho riversato il massimo in campo e ringrazio il mister per avermi dato l’opportunità di mettermi in mostra. Questo gruppo deve ripartire da subito per dare un segnale importante, per far capire a tutti che questa squadra c’è.

Lo spogliatoio è coeso dall’inizio dell’anno ed abbiamo solo necessità di limare qualche errore mantenendo sempre alto il livello della concentrazione e senza mai sbagliare l’approccio alle gare. Dobbiamo credere di più nei nostri mezzi che ci sono e sono importanti; siamo consapevoli di essere una squadra forte.

Ho svolto un processo di crescita umano e professionale che mi ha aiutato molto nell’ultimo periodo. Mi sto trovando meglio giorno dopo giorno nel ruolo di mediano, chiedo anche qualche consiglio a Milan Badelj ed a Lucas Leiva, sto provando a migliorare anche come mediano. Non ho avuto problemi di ruolo tre anni fa, ho riscontrato solo complicazioni personali: cerco sempre di impegnarmi a prescindere dal ruolo che disegna per me il mister”.