Renato Miele, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“Il risultato della gara di ieri non è negativo, il gol a Milano la Lazio lo può segnare in qualsiasi momento. Quando non si può vincere è importante non perdere. Ho visto una squadra in netta ripresa rispetto alle scorse uscite, purtroppo sono venuti a mancare il cinismo ed il concludere le azioni offensive.

I biancocelesti devono ritrovare la migliore condizione fisica, calata nelle ultime uscite anche in virtù delle molte partite ravvicinate; ai miei tempi si facevano degli allenamenti specifici in vista della sfida che si andava ad affrontare. Bisogna mantenere alta la concentrazione, quando si giocano molte partite in pochi giorni, purtroppo questa viene a calare. Ci vuole tempo per preparare al meglio le partite, i giocatori compiono uno sforzo importante per stare sempre al massimo.

Il derby porta via molte energie fisiche e mentali, non si può non pensare ad una sfida del genere ed allontanare la pressione così dal nulla. È una gara importante, impossibile non essere in eccitazione per una partita del genere. In età giovanile l’ansia è una cosa positiva, dato che sta a significare che tieni a quello che stai facendo.

Bastos può essere un punto di riferimento, è un grande calciatore, ma deve rimanere concentrato per tutti i 90 minuti. Gli avversari bisogna pressarli in modo asfissiante così da non far toccare loro nessun pallone e perdere fiducia, se invece avessero modo di giocare acquisirebbero autostima e sarebbero più pericolosi”.