L’ex calciatore italiano Luca Pellegrini è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM: 

“C’è del rammarico per aver raccolto solo un punto allo Stadio Olimpico contro il Sassuolo. La corsa per la qualificazione alla prossima Champions League, però, è ancora accesa. È facile giudicare una squadra al termine di una partita; nessuno meglio dell’allenatore ha la possibilità di valutare il proprio gruppo grazie alle considerazioni che si effettuano quotidianamente. Analizzando l’alternanza tra Lucas Leiva e Milan Badelj, credo che i due calciatori, al massimo della forma, siano di valore allo stesso modo: stiamo parlando di due centrocampisti diversi, in possesso dunque di caratteristiche diverse l’uno dall’altro. 

Alla vigilia della gara con il Sassuolo, pensavo che la Lazio, con il suo nuovo schieramento di gioco, potesse compromettere il rendimento di Ciro Immobile. Il numero 17 biancoceleste, infatti, quando era collocato all’interno di una squadra con il baricentro più basso, non aveva riscontrato le problematiche che sta affrontando in questo momento. L’attaccante partenopeo sta attraversando un periodo particolare, ma si è sempre dimostrato come un centravanti lucido e brillante. Anche la fortuna non sta premiando Immobile. La Lazio è una squadra composta da giocatori di esperienza e, di conseguenza, quando passa in vantaggio in casa non può subire due gol dagli avversari. 

Il punto ottenuto contro il Sassuolo deve caricare la Prima Squadra della Capitale affinché questa possa affrontare al massimo le prossime gare di campionato”.