Nel giorno della sua trecentesima presenza in Serie A TIM, il centrocampista biancoceleste Marco Parolo è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky:

“Sono molto contento per la vittoria e per la trecentesima presenza in Serie A TIM: questo traguardo mi rende orgoglioso perché è un obiettivo che mi sono prefissato dal mio primo giorno nella massima serie italiana. Voglio ringraziare i genitori che mi hanno sempre seguito, mio zio e mia moglie, le persone con le quali ho condiviso queste trecento partite. È un orgoglio personale e sono felice di festeggiarle con i tre punti raccolti dalla squadra. 

La Lazio era nel mio destino, sono felice di rappresentare questa maglia al massimo delle mie disponibilità. Darò sempre il massimo, mi trovo bene a Roma con la mia famiglia. È bello che alcuni eventi ed alcune ricorrenze tornino ciclicamente. La corsa per la Champions? Chi inciampa di meno arriva al traguardo, se non cadremo più da qui alla fine della stagione possiamo centrare questo traguardo. Dobbiamo pensare alla prossima partita. In tante gare non siamo riusciti a raccogliere punti che ci sarebbero serviti adesso: non dobbiamo mollare, ci aspettano cinque partite che possono darci tante soddisfazioni. Lo scorso anno abbiamo mollato nelle ultime gare, se riusciamo a ripartire adesso potremmo sfruttare qualche sconfitta delle altre concorrenti.

Oggi c’è stata più sostanza e concretezza. Luis Alberto e Milinkovic fanno la differenza, sono belli da vedere. L’importante è che ognuno dia il massimo per il bene della squadra e, quando questo accade, si riescono a raccogliere risultati importanti”.