Paolo Mandelli, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

“La Lazio si è mossa velocemente sul mercato, questo aiuterà Inzaghi a partire con la rosa al completo per il ritiro di Auronzo di Cadore. Questo permette ai giocatori di passare insieme tanto tempo e fare gruppo, cosa che magari durante l'anno viene meno. Permette poi di iniziare subito a lavorare a livello tattico anche se poi dovrà essere bravo Inzaghi a trovare nuove formule. In ritiro si lavora bene, visto che non ci sono partite importanti da preparare. Il 3-5-2 biancoceleste è consolidato, offrirà sicuramente nuove soluzioni in base agli acquisti.

Il gioco si velocizza con chi sa giocare, non solo con chi ha passo. L'aspetto atletico ovviamente conta molto in una squadra. La Società sta seguendo profili intriganti, sono scommesse che potrebbero fare la differenza nel corso di una stagione. Giocatori forti che possono dimenticare fortissimi, così il margine di errore è minimo, e soprattutto affamati. Per quanto riguarda Caicedo invece mi auguro che possa rimanere, ovviamente purché sia motivato. Non è facile trovare un attaccante che accetti di partire dalla panchina. Lui ogni volta che è stato chiamato in causa ha fatto bene, dimostrando di essere importante.

L'ultimo anno è mancato qualcosa in fase realizzativa, ecco perché si stanno seguendo calciatori in grado di fornire cross e assist perfetti. Sappiamo poi che in Italia è sempre più difficile segnare rispetto agli altri campionati”.