Dopo il triplice fischio di Lazio-Roma, l'attaccante biancoceleste Joaquin Correa è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky: 

“Potevo far meglio nell’occasione nella quale mi sono trovato a tu per tu con Lopez, lui è stato bravo ad intercettare la mia conclusione. Ora dovremo lavorare, avremmo dovuto sfruttare meglio le occasioni che abbiamo costruito nel corso del match con la Roma. Quest’anno siamo più sicuri in quello che facciamo, siamo più concentrati su cosa migliorarci. Non siamo riusciti ad essere cinici oggi, sono un po’ arrabbiato, ma allo stesso tempo contento per il modo di giocare che abbiamo messo in campo perché sono sicuro che riusciremo a trovare spesso la via della rete. 

Sono contento della chiamata dell’Argentina, è sempre un sogno vestire la maglia del mio Paese. Devo ringraziare tutti i tifosi, la Società, i miei compagni di squadra e tutti coloro che lavorano alla Lazio perché mi fanno sentire come un figlio. Quando hai la palla provi sempre a costruire per arrivare verso la porta avversaria. Quando ripartiamo possiamo mettere in difficoltà qualsiasi squadra, sono giocate che possono far male. Dobbiamo gestire entrambe le opzioni, ovvero la manovra ed il contropiede. Sono il più grande critico di me stesso, devo migliorare dando il massimo e limando tante situazioni di gioco. Posso crescere sul piano realizzativo ed in fase di non possesso”.