Alla vigilia del match con il Celtic, valido per la terza giornata della fase a gironi di Europa League, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Celtic Park: 

"Sabato la squadra ha dimostrato grande carattere, come tante volte le è capito in stagione, ad esempio contro Roma, Bologna ed Atalanta. Mi prendo il secondo tempo ma nella prima frazione di gioco non abbiamo approcciato bene e su questo abbiamo lavorato.

Il Celtic corre tanto, ha una buona tecnica, dovremo disputare una grande partita perché qui in casa gli scozzesi sono temibili. Lo scorso anno sono riusciti a superare il girone, sono stati eliminati solo dal Valencia, squadra che poi è arrivata fino in semifinale. Il calore del pubblico migliora la loro prestazione.

Mi aspetto un’ottima gara da Jony e Lazzari, stanno lavorando bene, sono fiducioso non solo per la partita di domani ma per tutta la stagione, entrambi necessitano di un fisiologico periodo di adattamento.

Dovremo disputare una partita di personalità, il Celtic pressa molto ed è organizzato, il tecnico ha creato un ottimo feeling nel gruppo, dovremo gestire bene i momenti della gara, sarà un confronto lungo.

La sfida di domani non è decisiva ma indirizzerà il girone, basti pensare al doppio confronto degli ultimi due anni con Nizza e Marsiglia.

Penso solo alla partita di domani, avremo poco tempo per preparare la gara di Firenze, faremo di tutto per onorare questa competizione al massimo perché abbiamo voluto sempre fortemente misurarci a livello continentale.

Giocare partite simili, in cornici come quella del Celtic Park, sarà bello per i nostri ragazzi. Domani ci saranno 60.000 persone sugli spalti, non sarà facile per l’atmosfera che si vivrà.

Da parte della Lazio ogni forma di razzismo è sempre stata combattuta, domani non ci sarà nessun problema ma solo una bella partita da giocare".