Alla vigilia del match con l'Udinese, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello: 

“Domani affronteremo una squadra organizzata e fisica che, però, vanta anche tanta qualità. I friulani hanno tante soluzioni soprattutto nel reparto offensivo, oltre a mezz’ali che vantano grande tecnica: sono calciatori che sanno mettere in difficoltà. I record sono nati per essere battuti, ma a me interessa la prestazione della squadra. Offrendo prove di valore, le vittorie arrivano di conseguenza. Dobbiamo restare umili ed organizzati perché ogni incontro nasconde delle insidie. La partita di giovedì è stata dispendiosa, ma qualcuno ha potuto riposare: prenderò le scelte migliori in vista del match di domani.

Sergej Milinkovic si sta sacrificando e ci sta dando una grande mano. L’intera squadra è più organizzata rispetto a due anni fa ed i nostri attaccanti ci stanno dando una grande mano: devono essere i primi ad alzare le pressioni. Sappiamo che il momento è positivo, ma dobbiamo restare con i piedi ben saldi a terra. Abbiamo margini di miglioramento, ma le insidie sono sempre dietro l’angolo. L’Udinese è una squadra scomoda da affrontare perché vanta fisicità e qualità.

Per ora stiamo mettendo in mostra continuità rispetto a tante altre squadre. Quando non eravamo continui, questa caratteristica era stata messa in evidenza più del dovuto: avevo parlato alla squadra chiedendo di continuare a credere nel nostro lavoro. Ora stiamo avendo un ottimo rendimento nelle prestazioni e nei risultati. Altre squadre torneranno in forma perché sono ben costruite e profonde, noi dovremo continuare a lavorare su di noi restando concentrati. Le critiche fanno parte del gioco, dovremo restare insieme anche quando arriveranno sconfitte: quando non sono arrivati i risultati abbiamo provato a migliorare su ciò che non andava.

Ho molta fiducia, sono rimasto qui con grande voglia. So di avere una squadra molto concentrata sul lavoro, siamo terzi in classifica e dobbiamo provare a mantenere questa posizione. Domani Marusic, Lukaku, Berisha e probabilmente Patric non ci saranno: lo spagnolo ha avuto affaticamento al soleo, dovremo valutarlo. Chi ha giocato giovedì solo nella giornata di oggi effettuerà una seduta più completa.

Mihajlovic l’ho visto bene, l’ho trovato grintoso e non avevo dubbi a proposito: ci siamo continuati a sentire, ma non avevo dubbi. Sapevo che avrebbe lottato e vinto, sarà un valore aggiunto per il Bologna e per tutto il calcio italiano. Dalla partita di giovedì abbiamo ricevuto ottime risposte. Ho sempre alternato i miei uomini perché i ragazzi lo hanno meritato. La squadra che ha giocato giovedì si è espressa molto bene, però non dovevamo arrivare nel finale con un solo gol di vantaggio. Sul campo, però, sono arrivate ottime risposte.

Mi aspettavo di giocare con la Roma di lunedì perché non c’erano turni infrasettimanali. Un turno di riposo sarebbe stato utile: le squadre che giocano di giovedì, in questo modo, vengono penalizzate”.