Domenica 16 febbraio, in occasione del match Lazio-Inter, prosegue il viaggio del museo itinerante voluto dal Presidente Claudio Lotito per permettere a tutti i tifosi, in occasione della celebrazione dei 120 anni di storia del club, di vivere da vicino i 16 trofei e le annesse maglie che hanno segnato il passato della Prima Squadra della Capitale.

Il museo farà tappa in Tribuna Tevere e sarà a disposizione di tutti i tifosi. Il Presidente Lotito, mediante questa iniziativa, vuole offrire la possibilità di vivere lo stadio come un'arena di intrattenimenti nella quale trascorrere momenti di festa e di socialità che si concludono con il grande spettacolo dei 90 minuti in campo della Prima Squadra della Capitale, la Lazio.

Il percorso dell'intrattenimento di domenica sera comincerà con la performance del cantante Briga che festeggia i suoi dieci anni di carriera con una esibizione live al centro del campo prima del match. L’artista, che ha partecipato allo scorso Festival di Sanremo, ha ricevuto molti riconoscimenti e collaborato con molti artisti nazionali ed internazionali.

L'altro tifoso laziale sarà il celebre violinista globetrotter, Andrea Casta, uno degli entertainer più richiesti in tutto il mondo, grazie al suo ineguagliabile archetto luminoso: 27 nazioni, centinaia di concerti ed 1 milione di spettatori lo hanno visto esibirsi dal vivo negli ultimi anni. Vincitore del Premio Best Performer ai Dance Music Awards, unico premio italiano destinato alla musica dance.

Proseguirà poi in Tribuna Autorità il percorso iniziato dalla S.S. Lazio: "L'ARTE INCONTRA LO STADIO". Questa settimana sarà possibile ammirare “Veduta di porta romana” di Umberto Boccioni, “Ritratto di Margherita Sarfatti” di Mario Sironi e “La famiglia” di Gisberto Ceracchini (opera di grande valore arcaico ove si sottolinea il valore universale della famiglia, unica stella polare della società del periodo).