Era il 12 maggio del 1974. Il culmine di una lunga rincorsa, verso il primo Scudetto della storia della Prima Squadra della Capitale. Ad opera della Banda Maestrelli. Una favola d’altri tempi che continua ancora oggi a raccontarsi, attraverso l’eco della storia, tra le gesta di una squadra legata indissolubilmente alle memorie storiche del popolo biancoceleste.

A due giornate dal termine del campionato 1973/74, la Lazio sfidò appunto allo Stadio Olimpico il Foggia. A decidere il match al 60’ fu Giorgio Chinaglia, capocannoniere ed icona eroica di quella stagione. Calcio di rigore: palla da una parte, portiere dall’altra.

Una vittoria di misura che regalò appunto alla Lazio il suo primo Scudetto.