Lorik Cana, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

"Il 26 maggio di ogni anno ricevo tanto affetto dai tifosi della Lazio, anche in un periodo difficile come questo. Parliamo di un'emozione unica, la settimana che portò alla fine fu tesa. Ci preparammo bene nel ritiro di Norcia, ci aiutò molto a cementare il gruppo. Venivamo da una grande annata, dove avevamo pagato qualche infortunio di troppo. A gennaio eravamo a tre punti dal primo posto occupato dalla Juventus, poi ci fu un calo anche a causa delle molte partite ravvicinate.

Quella finale era importante per tanti fattori: era un derby, metteva un trofeo in palio e regalava la qualificazione in Europa. Volevamo vincere, Petkovic fu decisivo nel regalarci tranquillità. Siamo entrati nella storia dei 120 anni di questa società, eravamo consapevoli di poter fare bene. Vincere quel trofeo fu incredibile.

Conosco bene il DS Tare ed il padre di Strakosha, era il capitano della Nazionale albanese quando debuttai. Il calcio albanese è in grande crescita, spero di vedere tanti altri connazionali con la maglia della Lazio. Auguro a tutti i tifosi biancocelesti il meglio, sperando che questo campionato finisca perché la squadra di Inzaghi lo merita".