Andrea Lazzari, ex centrocampista dell'Atalanta ed attuale calciatore della Vigor Senigallia, è intervenuto a S.S.Lazio Agenzia Ufficiale

Finalmente è tornato anche il calcio in Italia: ti aspetti gli stessi valori emersi prima dello stop forzato?
"Sì, me li aspetto molto simili. Sicuramente le squadre che lottano sia nella parte alta che in quella bassa delle classifica torneranno con delle motivazioni ancora più forti di prima".

Quali sono i meriti di Inzaghi nella stagione della Lazio?
"Inzaghi ha avuto la bravura di portare avanti un progetto importante. Ormai da qualche anno sta riuscendo a trasmettere quello che vuole a tutti i giocatori che ha a disposizione, facendoli rendere al massimo e valorizzandoli".

Immobile è ancora il favorito nella corsa al titolo di capocannoniere?
"Assolutamente, sta facendo cose straordinarie e segnando con una continuità incredibile per arrivare in fondo e laurearsi ancora capocannoniere".

La forza dei biancocelesti è anche a centrocampo: chi ha avuto la crescita più importante?
"Il centrocampo della Lazio è ben assortito, bravo Inzaghi a far accettare ai giocatori tecnici, per il bene della squadra, il 'lavoro sporco' in fase di non possesso e sprigionare la loro qualità in fase di possesso. Gli esempi di Luis Alberto e Milinkovic lo dimostrano".

Dalla Lazio alla tua Atalanta: vedi la squadra di Gasperini favorita per il 4° posto e ancora pronta a stupire in questa Champions League?
"Sarà una bella sfida con la Roma nella corsa Champions, se però i nerazzurri si faranno trovare pronti come prima dello stop forzato non avranno problemi a raggiungere l'obiettivo. Per quanto riguarda invece la Champions attuale, penso che abbiano tutte le carte in regola per stupire ancora".

Mercoledì prossimo ci sarà Atalanta-Lazio: il lungo stop potrebbe agevolare i più brevilinei come Gomez e Correa?
"Sicuramente i calciatori con le loro caratteristiche potrebbero essere più avvantaggiati, un po' come capita all'inizio di ogni campionato. Tutti però hanno lavorato duramente in questo periodo anomalo per trovare il prima possibile la forma migliore, anche se quest'ultima arriverà solo giocando le partite".

Ancora ti diverti in campo: in futuro ti piacerebbe rimanere nel mondo del calcio? 
"Mi diverto ancora, attualmente gioco nella Vigor Senigallia in Eccellenza: nelle categorie inferiori mi trovo bene perché riesco a fare cose che in Serie A gli avversari non ti lasciavano fare. Per il futuro mi piacerebbe allenare, magari partendo dai ragazzi".