Milena Bertolini, commissario tecnico della nazionale femminile italiana, è intervenuta ai microfoni di Lazio Style Channel, canale 233 di Sky:

"Bello vedere il Centro Sportivo di Formello, è un piacere essere qui. Ho trovato una struttura bellissima ed ottimale per le ragazze, questo mi riempie il cuore. Questo campionato è bello, uno dei più combattuti degli ultimi anni, sia nello scudetto che nella corsa retrocessione. Vedo partite incerte, che fanno bene anche alla Nazionale.

Il Mondiale del 2019 è stato bellissimo, ha fatto conoscere il calcio femminile agli italiani e portato la convinzione di arrivare al professionismo: sarebbe un passo importante per questo movimento, necessario per arrivare al livello degli altri paesi europei.

Monitoriamo tutte le squadre di ogni categoria: la Lazio ha calciatrici interessanti, che possono avere prospettiva. L'inizio del campionato è stato difficile ma in questo momento le biancocelesti si sono riprese, come testimonia l'ultima vittoria contro il Sassuolo. La squadra di Catini potrà giocarsi fino all'ultimo la salvezza. Gli obiettivi sono importanti, bisogna ottenere risultati e far vedere un calcio di qualità. Il valore aggiunto è la bellezza etica, deve essere confortato dai risultati. 

Ferrandi? Giulia la conosco bene, l'ho allenata quando anni fa nel Brescia. Ora è matura, ha sempre avuto qualità ed il suo arrivo alla Lazio ha aiutato tutti, sia lei che il club. Ogni persona ha i suoi tempi di maturazione. Nel calcio femminile puoi avere ragazze di 27 anni, che possono ancora migliorare tanto perché hanno avuto meno opportunità rispetto ai loro colleghi uomini".