Il tecnico biancoceleste, Massimiliano Catini, è intervenuto nel post partita di Pomigliano-Lazio ai microfoni di Lazio Style Radio, 89.3 FM: 

“In panchina non è successo nulla di che, clima teso ma perché la posta in palio era tanta ma nulla di particolare. Concentriamoci sul campo. Queste ragazze contro tutto e tutti sono venute qua dimostrando di meritarsi questa categoria, hanno recuperato il risultato meritatamente.

Dobbiamo fare i complimenti al portiere del Pomigliano che in molte occasioni ha salvato il risultato. Il gol preso arriva da una nostra distrazione, ma poi non c’è stato più nulla. Non ricordo parate di Ohrstrom. L’approccio del Pomigliano è stato migliore del nostro, poi una volta sfogate noi abbiamo iniziato a giocare. Siamo stati in grado di palleggiare, muovere velocemente il pallone, ho visto proprio una bella squadra in campo. Dico solo brave alle ragazze. 

Mi porto a casa la crescita di questo gruppo da quando è iniziata la mia gestione. Personalità, grinta, cattiveria, convinzione, coraggio. Venire qui e giocare palla a terra, palleggiando, andando sotto immeritatamente per poi recuperarla non era scontato. Le ragazze hanno tirato fuori il massimo, era quello che con il mio staff chiedevamo alle ragazze e mi complimento con loro. 

Adesso arriva la Juventus e sarà bello poter affrontare la squadra più forte d’Italia. Per noi deve essere un premio, uno spettacolo. Si lavora per vivere queste giornate e non abbiamo nulla da perdere. Dobbiamo giocare a viso aperto anche perché non abbiamo nessun rimpianto”.