Il tecnico della Lazio Women Massimiliano Catini è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, 89.3 FM:

"Nel girone d'andata contro l’Hellas Verona è arrivata la prima vittoria che ci ha dato la giusta spinta emotiva per il nostro percorso.

Dobbiamo continuare, nonostante il verdetto retrocessione, ad ottenere punti per chiudere al meglio la stagione.

Visentin si è guadagnata sul campo la possibilità del prolungamento di contratto. È laziale fino al midollo. Il suo prolungamento è un segnale importante della società.

Ormai abbiamo un sistema di gioco solido, lo abbiamo visto anche nel primo tempo contro la Juventus, poi i valori tecnici hanno fatto la differenza. Il Verona, invece, ha cambiato sistema e allenatore gettando le basi per il futuro. Non sarà semplice e per questo stiamo lavorando sulla testa delle ragazze così da terminare la stagione solo dopo l'ultima giornata.

Arrivare davanti al Napoli significherebbe chiudere il cerchio del girone di ritorno nel quale abbiamo ottenuto dei numeri buoni. Contro le nostre concorrenti ce la siamo sempre giocata, conquistando dei punti che dimostrano il vero valore di questa squadra.

Martedì, alla ripresa dopo la Juventu,s ci siamo detti di non abbassare la concentrazione. Ci sono ancora sei punti a disposizione, l'obiettivo è portarne a casa il maggior numero possibile.

Visentin mi ha colpito molto in questa stagione, così come Foerdos, Falloni e Vigliucci arrivata a. A Pomigliano purtroppo non siamo riusciti a vincere, ma devo dire che questa squadra è cresciuta partita dopo partita. Probabilmente avere la possibilità di disputare qualche giornata in più, la Lazio avrebbe potuto avere un altro destino.

Oggi la distanza tra l'Italia e gli altri campionati europei è ancora tanta. Solo poche società italiane si stanno avvicinando. L'avvento del professionismo è importante, ora serve cambiare marcia per colmare il gap.”