Per analizzare la vittoria esterna contro il Genoa, il tecnico della Lazio Women Massimiliano Catini è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, 89.3 FM:

“Le ragazze ieri hanno dato le risposte che chiedevamo. Non dovevamo sottovalutare la sfida, siamo andati in svantaggio, ma poi ci sono state le risposte di maturità e di gestione che volevamo. Complimenti a loro.

Il Genoa, nonostante la classifica, ha provato a giocarsela e mi ha lasciato un’ottima impressione. All’inizio hanno sfruttato l’entusiasmo e forse anche le dimensione del campo, trovandoci non del tutto pronte.

Già nel primo tempo, in ogni caso, abbiamo creato molto trovando il pareggio anche se potevamo andare già in vantaggio all’intervallo. Con lo staff curiamo molto la fase difensiva, vogliamo recitare un ruolo da protagonisti e per esserlo bisogna rischiare qualcosa anche in fase di non possesso.

Il Ravenna è una formazione fresca con ottimi prospetti. Non avrà nulla da perdere, proverà a giocarsela. Per noi sarà un altro step importante per raggiungere il livello di maturità voluto. Le risposte avute ieri, comunque, mi lasciano fiducioso.

Ieri avevamo già programmato alcune rotazioni per mandare in campo Groff e dare minutaggio ad altre ragazze. Falloni, invece, non è partita per uno stato influenzale. Le rotazioni devono aiutarci perché il campionato è lungo e mancano venticinque partite. Chiunque deve rispondere pronto quando è chiamato in causa. Abbiamo una rosa lunga e di qualità. Ieri sia chi è partito dall’inizio e sia chi è subentrato ha fatto bene alzando ancor di più i ritmi della partita.

Un altro nostro obiettivo è mandare in gol più giocatrici possibili. Al momento ci stiamo riuscendo, oltre ovviamente a Visentin, Fuhlendorff e Chatzinikolao. Poi ci sono anche Palombi e Proietti che sicuramente ci daranno una mano”.