Per 120 anni il cielo è stato fonte d’ispirazione per la Società Sportiva Lazio.

Al cielo, all’aquila che ne è regina, guardavano i Fondatori quando scelsero il simbolo quel 9 gennaio 1900.

I colori sociali, evocativi della Grecia olimpica e che vediamo sventolare ogni domenica, si confondono sugli spalti con il colore del cielo, nostra bandiera. Olympia poi, quando vola sul prato verde dell’Olimpico, ci ricorda che siamo nati con quest’ispirazione.

Ebbene, al compimento dei 120 anni, la Lazio spicca il volo e solca i cieli con l’effige dell’aquila: un nuovo aereo infatti sarà il vettore ufficiale della S.S. Lazio e la accompagnerà nei cieli in Italia e nel mondo.

È il sigillo ad una ricorrenza che abbiamo festeggiato con il ritorno nell’Europa che conta e che ci spetta – ha dichiarato il Presidente Claudio Lotito alla presentazione di questo nuovo vettore -. Benché diversi eventi siano stati rinviati o annullati nel rispetto delle misure di contenimento del virus, la Lazio non ha voluto mancare l’appuntamento con la storia. Per volare più in alto, nei cieli d’Italia, d’Europa e del mondo, con il nostro simbolo e i nostri colori, memori dell’ispirazione dei Fondatori”.