Roberto De Cosmi, allenatore della Lazio Women, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM.

“Le responsabilità sono oggettive da parte di tutti, vanno condivise nel bene e nel male. Ieri è stata una partita dove nessuno avrebbe voluto finisse così. Il segno negativo lo si trova nel risultato anche se nel secondo tempo la squadra ha messo in campo un atteggiamento diverso, grazie anche ai cambi. I tifosi hanno manifestato il loro dissapore di questa situazione che è negativa. L’esonero di Pioli ed il subentro di Inzaghi è un segnale forte e vuol dire che le ultime sette gare di questa stagione devono avere un altro significato.

Gli atteggiamenti inziali sono stati superficiali e ci sono costati cari, in punti ed in prestazione. Nella prima frazione di gioco la Lazio ha aspettato per cercare di chiudere le linee di passaggio della Roma.

Simone Inzaghi l’ho seguito per tutto il suo percorso in biancoceleste, l’atteggiamento del campo è il modo di essere. A lui piace un gioco sfrontato, gli piace andare rapidamente nella metà campo avversaria, certo parliamo di settore giovanile. Oggi Inzaghi ha un compito arduo, importante, ha l’occasione di dimostrare il suo modo di fare e di essere, tenterà di giocare le sue carte.

È importante cercare un confronto immediato con i giocatori, per capire la linea da seguire, la giusta comunicazione serve per continuare o fare qualcosa di positivo”.