Quella che sta per iniziare è la stagione del rilancio per Joacquin Correa. È uno degli elementi cardine della Rosa della Lazio ed in biancocelesti ha vissuto stagioni esaltanti che lo hanno consacrato come idolo della tifoseria.

Viene da un periodo non semplice, durante il rush finale di stagione ha saltato diverse gare dovendo patire uno stop di 17 giorni per via di un infortunio al legamento collaterale. Questo ha fatto si che si è presentato al ritiro carico e voglioso di dimostrare il suo valore. È uno dei pochi giocatori della Lazio ad aver giocato da protagonista la Champions League.

Lo ha fatto nei suoi anni a Siviglia. In quella esperienza ha messo a segno due reti, per uno strano caso del destino realizzate entrambe contro squadre inglesi la prima, negli ottavi di finale contro il Leicester, quando su assist di Stefan Jovetic mise a segno il goal del momentaneo 2-0 degli andalusi al Sanchez Pizjuan nelle stagione 2016/2017

L’altro ad Anfield contro il Liverpool in una gara valevole per il girone H della stagione 2017/18. Nel suo score complessivo nella massima competizione continentale fanno bella mostra di se anche 3 assist. Ora ha la chance di disputare le gare valevoli per la coppa con le grandi orecchie con la maglia biancoceleste della Lazio.

Vorrà  farlo dando tutto se stesso, mettendo al servizio della squadra la sua esperienza.

Il Tucu è carico, motivato e voglioso di stupire ancora, le sue magie, i suoi colpi i suoi lampi possono illuminare le notti europee della Prima Squadra della Capitale.