È domenica 14 maggio 2000 e allo stadio Olimpico di Roma la Prima Squadra della Capitale ospita la Reggina nella sfida valida per la XXXIV, e ultima, giornata del campionato di Serie A 1999-2000.

È tutto facile per la formazione biancoceleste, che sblocca la sfida al 33' grazie al calcio di rigore di Simone Inzaghi, concesso dall’arbitro Borriello per un tocco con il gomito in area di Brevi su colpo dello stesso attaccante classe 1976. Trascorrono appena quattro giri d’orologio e Veron raddoppia, anch’egli dagli undici metri (intervento di Morabito su Pancaro).

Al 59' Simeone completa la festa calando il tris con l'ennesimo colpo di testa (quarta rete consecutiva in campionato) sulla punizione di Veron.

La contemporanea vittoria del Perugia sulla Juventus, consente alla Prima Squadra della Capitale di scavalcare i bianconeri in vetta alla classifica e laurearsi Campione d’Italia per la seconda volta nella storia.