Renzo Garlaschelli, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

"Finalmente si vede la luce in fondo al tunnel, anche se non molto accesa. Non so se il campionato riuscirà a ripartire, mi preoccupa il suo futuro ma spero che tutto possa andare bene. Nessuna squadra riuscirà a riprendere la forma precedente, sicuramente saranno tutte sulla stessa barca. La Lazio è stata brava a far rimanere a Roma tutti i propri calciatori, senza mandarli in giro per il mondo.

Le cinque sostituzioni potrebbero aiutare la gestione delle forze visto che si giocherà ogni tre giorni. Bisognerà lavorare bene per evitare gli infortuni. Lo stop è stato un peccato, la Lazio stava andando bene, volava ed era in uno stato fisico e mentale clamoroso. Se i biancocelesti riprenderanno come hanno finito, potranno puntare in alto ma non sarà facile.

Sicuramente però questo campionato verrà ricordato solo come quello del Coronavirus. Ci sono poche certezze, capisco però i bisogni economici per ripartire. Anche la Bundesliga viaggia verso la ripartenza, si cercherà di salvare il salvabile. Di certo, il futuro della Lazio è stabile: lo dimostrano i conti e le volontà di trattenere i propri big. I biancocelesti hanno alzato la propria asticella, adesso sono chiamati a confermarsi".