Claudio Onofri, ex difensore italiano, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.

"Si è concluso un campionato particolare, con la Juventus che è riuscita a conquistare un altro scudetto, anche senza convincere. Sono state brave le squadre dietro a tenere aperto il campionato fino all'ultimo, non aspettando più passivamente ma giocando con coraggio e con rapide ripartenze. Ci sono state certezze e sorprese, come la Lazio in corsa quasi fino all'ultimo.

Non so cosa sia accaduto ai biancocelesti dopo il lockdown, c'era un'unità di intenti importante con un gruppo coeso che conosce la volontà dell'allenatore virgola dopo virgola. Mi è sembrato strano che non siano riusciti a ripartire bene. Va anche detto che una cosa del genere non era mai accaduta prima, da fuori non è facile capirlo.

Comunque raggiungere il piazzamento Champions League vuol dire tanto: i grandi traguardi si costruiscono nel tempo, mantenendo lo stesso allenatore e gli stessi giocatori importanti. Adesso, rispetto a tre mesi fa, può sembrare una delusione, perché la Lazio era una delle favorite per il titolo fino a fine febbraio. Tanto di cappello però a Tare, Inzaghi e la squadra per quanto fatto. Soprattutto Immobile, autore di una stagione pazzesca".