Alla vigilia del match con l'Udinese, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello:

"Con Maradona se ne è andata una leggenda del calcio, ricordo con piacere quando nell'ottobre 2016 venne qui a Formello ad allenarsi. Diede calore a tutti con simpatia e disponibilità, ha lasciato un vuoto enorme. Per l'Udinese c'è poco turnover nella mia testa, anche perché con le 5 sostituzioni è cambiato il calcio. Non ci sono più riserve, ma possibilità di avere rose allungate. Sono abituato a non vedere la Lazio favorita, adesso abbiamo il dovere di rimanere con le prime, dipenderà esclusivamente da noi.

Domani mancheranno Lulic e Muriqi, poi oggi vedrò come staranno gli altri. Senad ha avuto un rallentamento nel recupero, però siamo già avanti alle aspettative. Conto di averlo a disposizione entro l'inizio del nuovo anno. Strakosha o Reina? Non ho ancora comunicato ai ragazzi chi giocherà, lo farò al termine dell'allenamento, abbiamo la fortuna di avere due grandi portieri. Affronteremo una delle migliori difese del campionato, con un ottimo allenatore come Gotti.

Sarà una gara pericolosa, servirà massima attenzione, penseremo solo all'Udinese e non al Borussia Dortmund. Correa? Parliamo di un calciatore intelligente che punta a migliorarsi ogni giorno, sono felice di averlo con me. Veniamo da ottime prestazioni, avevamo già chiuso bene prima della sosta nonostante l'emergenza. Siamo tornati con due vittorie importanti, ma non c'è tempo di guardarsi indietro perché giocando ogni tre giorni ci saranno tanti banchi di prova".