Claudio Lotito, Presidente della S.S. Lazio, è intervenuto quest’oggi durante la conferenza stampa tenutasi allo Stadio Olimpico di Roma per promuovere l’iniziativa “A.MA.MI.”:

“Ringrazio tutti per averci concesso l’opportunità di allestire questa conferenza stampa. Chi ha ricevuto un’educazione cristiano-cattolica nel rispetto del valore umano, non può accettare alcuna forma di violenza. La differenza tra l’uomo e la bestia è la razionalità, rappresentata dalle norme ed i valori che costituiscono un freno inibitorio all’istinto. I giovani devono crescere, sin da quando sono adolescenti, nel rispetto di quei valori. Ho sempre parlato di calcio didascalico e moralizzatore, che si basasse sui valori dello sport, ovvero il merito, il valore dell’aggregazione e della dignità umana.

Prima nella scuola c’erano dei punti di riferimento, i maestri lavoravano in collaborazione con i genitori. Anche gli oratori contribuivano a far crescere i giovani secondo i valori cristiani, contribuendo alla sensibilità spirituale. Attraverso lo sport bisogna sopperire alle carenze di formazione. Noi abbiamo il compito di allenare il fisico dei nostri atleti, ma anche formarli moralmente e spiritualmente, affinché in futuro possano essere validi rappresentanti di questo Paese. Tutti danno precedenza al risultato sporitvo, la nostra intenzione invece è creare dei modelli nel percorso della vita civile. Siamo stati la prima Società che ha optato per l'impiego di uno psicologo per gli atleti, ma anche per i genitori di questi.

Ho voluto valorizzare anche il comparto femminile, voglio che ci sia una simbiosi tra il mondo femminile e quello maschile. L’educazione e la formazione sono valori importanti, il calcio rappresenta il superamento di ogni genere di steccato e di diversità. Il calcio ha un grande impatto mediatico e, pertanto, abbiamo il compito di formare i nostri tesserati innanzitutto come cittadini. Dobbiamo combattere per dare certezza di legalità e di rispetto dell’essere umano”.