Mister Eugenio Fascetti è intervenuto a www.sslazio.it per ricordare Lazio-Campobasso del 5 luglio 1987:

"Ancora oggi mi emoziono ripensando a quel giorno, è sempre presente nei miei ricordi. Il fischio finale fu una liberazione: dopo un bel campionato, cedemmo un po' nel finale ma conquistammo una meritata salvezza, nonostante i 9 punti di penalizzazione. Iniziammo gli spareggi perdendo contro il Taranto per un gol in fuorigioco, fummo superiori a tutto.

Sono felice di aver guidato per due anni la Lazio, riportandola in Serie A. L'affetto dei tifosi è la cosa che mi rende più orgoglioso, anche a distanza di tempo. Sarri? Sono felice di vederlo sulla panchina biancoceleste, è un allenatore che ha fatto la gavetta e si è meritato tutto sul campo, non gli ha regalato niente nessuno".