Paolo Re, Direttore dell'Hotel Auronzo di Auronzo di Cadore, è intervenuto quest'oggi ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky:

"Per noi l'arrivo della Lazio è come il giorno di Natale, aspettiamo tutto l'anno quel giorno affinché ci si possa unire tutti insieme. Almeno due mesi prima dell'arrivo della squadra nella nostra struttura iniziamo a lavorare con il Team Manager della Lazio e con Gianni Lacché della Media Sport Event per pianificare il ritiro. È un lavoro duro, ma che porta delle grandi soddisfazioni. Alla fine del ritiro viviamo un mix di emozioni diverse, dalla gioia per aver svolto un lavoro duro fino ad arrivare alla tristezza di lasciare degli amici che ritroveremo solo l'anno prossimo.

La famiglia Lazio ha un DNA ben preciso e, nonostante la gestione tecnica differente, non è cambiato nulla rispetto al passato. Negli anni si sono creati tanti legami personali tra noi e la Lazio, ma è difficile ricordare degli episodi in particolare. Auronzo di Cadore ormai è legata ai colori biancocelesti nel corso di tutto l'anno e noi lo riscontriamo tramite il nostro lavoro. Ricordo ancora il mio primo ritiro con la Lazio, non sapevo cosa aspettarmi, ma dopo poco mi resi conto di avere a che fare con degli amici, non con dei semplici ospiti.

Le giornate variano in base a ciò che la squadra deve svolgere a livello tecnico, il nostro lavoro assiste l'attività del gruppo sportivo. La giornata dell'arrivo ed i giorni partita sono sicuramente le giornate più importanti da gestire per la nostra struttura. Negli ultimi due anni il Covid-19 ha cambiato molte cose: c'è molta attenzione per garantire la massima sicurezza".