L’ex biancoceleste Giorgio Venturin è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 Sky.

“Immobile è una stato una garanzia per ogni allenatore che lo ha avuto. Ha vissuto anche esperienze all’estero che gli hanno permesso crescere, è un calciatore con numeri impressionanti. Zaccagni a Verona ha fatto benissimo, alla Lazio all’inizio ha avuto qualche difficoltà anche a causa di problemi fisici. Ora è diventato un calciatore imprescindibile per i biancocelesti.

La Lazio, chiuso il ciclo positivo di Inzaghi, ha leggermente pagato un leggero appagamento da parte di alcuni calciatori, abituati forse alla vecchia gestione. Sarri è un allenatore a “lunga scadenza”, i frutti del lavoro si vedranno in futuro.

Luis Alberto e Milinkovic potrebbero non essere abituati a svolgere la fase difensiva, ma nel calcio attuale i ripiegamenti in copertura sono diventati un fattore fondamentale. Cataldi è un prodotto del vivaio, uno dei pochi salito in prima squadra dal settore giovanile. È un ottimo centrocampista che ha saputo sfruttare bene la sua occasione. Stiamo parlando di un calciatore polivalente e giovane, può ancora crescere.

Cataldi sembra maggiormente dinamico di Leiva che ha però può vantare una maggiore esperienza anche grazie al passato in Inghilterra. Quando sta bene, il brasiliano è ancora molto importante. Va detto che Cataldi con Sarri ha acquisito una maggiore personalità rispetto al periodo con Inzaghi.

Lazzari non lo vedo come esterno di una difesa a quattro, anche se è un ragazzo molto intelligente tatticamente. Quando è stato chiamato in causa si è sempre comportato bene.

La Lazio attuale è una squadra in costruzione, credo il prossimo anno ci sarà qualche cambiamento che accontenterà Sarri. Non penso che in questa sessione ci saranno dei grandi movimenti di mercato”.