Un altro posto nella leggenda. Termina il campionato 2021/2022 e Ciro Immobile si laurea ancora una volta capocannoniere del torneo. I 27 gol in 31 partite gli regalano infatti il quarto titolo di re dei bomber nella massima serie.

Il numero 17 biancoceleste è il primo italiano nella storia della Serie A a centrare questo poker. Meglio di lui, per ora, solamente lo svedese Nordahl, capocannoniere in 5 occasioni con la maglia del Milan.

Una serie iniziata nel campionato 2013/2014, quando Immobile si laureò capocannoniere per la prima volta in A, realizzando 22 gol con la maglia del Torino.

Dal 27 luglio 2016, giorno del suo arrivo alla Lazio, ad oggi, un incredibile tris: 29 gol nel 2017/2018 e 27 in questa annata. In mezzo, ovviamente, i 36 gol realizzati nel 2019/2020, che gli valsero il record di reti in un singolo torneo (condiviso con Higuain, ndr) e soprattutto la Scarpa d'oro 2020.

Non solo: dopo aver superato Piola come bomber più prolifico nella storia della Lazio, Ciro è diventato anche il calciatore con più titoli di capocannoniere conquistati in maglia biancoceleste, insieme a Giuseppe Signori.

Si tratta inoltre dell'11ª volta che un attaccante della Lazio si laurea capocannoniere della Serie A: oltre al tris di Immobile, si contano i trionfi di Silvio Piola (21 gol nei campionati 1936/1937 e 1942/1943), Giorgio Chinaglia (24 gol, 1973/1974), Bruno Giordano (19 gol, 1978/1979), Giuseppe Signori (26 gol nel 1992/1993, 23 nel 1993/1994 e 24 nel 1995/1996) ed Hernan Crespo (26 gol, 2000/2001).

Dal campionato 1929/1930, il primo a girone unico, a questo appena concluso, solamente Milan (17), Juventus ed Inter (13) vantano più vittorie in questa speciale classifica.

Congratulazioni, King Ciro!